Google+

L’università dello stinco a Monaco di Baviera

luglio 5, 2015 Tommaso Farina

haxnbauer-monaco-stinco

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Oggi più di ieri, una laurea è importante, importantissima per trovare lavoro. Dunque, le università sono luoghi di capitale importanza. E se foste a Monaco di Baviera, avreste voglia di andare in quella che è una vera e propria università dello stinco?

Naturalmente non si definisce così, l’appellativo è nostro: ma Haxnbauer crediamo lo meriti. Qui, a pochi passi da Marienplatz, va in scena il rito dello stinco. Sia esso di maiale o di vitello, qui viene cotto con la brace di faggio per tante ore, dopo essere stato aromatizzato con una scelta miscela di spezie e droghe. Ce n’è per tutti i gusti. Potreste volerlo intero, e come tale lo pagherete in base al suo peso: il cameriere vi porterà al tavolo alcuni stinchi pronti, col relativo cartellino del prezzo, e potrete scegliere quello che preferite, abbinandovi un contorno a vostra discrezione, come canederli di patate, insalatina ben condita, puré di patate, crauti bianchi o rossi, funghi alla crema o la famosa kartoffelnsalad. Si possono ordinare anche stinchi già divisi a metà, oppure tagliati a fette, magari sia di vitello sia di maiale (“Bayern Duo”).

Ma qui non trovate solo lo stinco. Potete partire con gli antipasti, come l’insalata di wurstel alla bavarese, oppure l’obazda, ossia la crema di formaggio alla paprika. Non mancano poi le zuppe: quella di patate, quella di brodo con grosso canederlo di fegato (quasi un aperitivo, qui), oppure quella di funghi freschi alle erbe. Di secondo, stinco a parte, avrete un sentimentale goulash di manzo con gnocchetti all’uovo; il bollito alla bavarese con rafano; la schnitzel di vitello fritta al burro. La quotata macelleria Kuffler, proprietaria del locale, fornisce direttamente le salsicce e le altre materie prime di carne.

Chiusura dolce coi canederli di prugne, con le frittelle di mele o con altre golosità. Da bere, una mezza dozzina di birre (stranamente, le birre di Monaco nel numero sono superate da quelle di Stoccarda) e alcuni vini. Lo stinco di maiale costa 3.40 euro l’etto, e pesa circa un chilo. A mangiare altro, calcolate meno di 30 euro.

Per informazioni
Haxnbauer
Haxnbauer im Scholastikahaus, Sparkassenstraße, 6
Monaco di Baviera, Germania
0049892166540
kuffler.de/it/haxnbauer.php
Sempre aperto dalle 11 a mezzanotte


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Estrema tanto nell’aspetto quanto nella meccanica, la concept coreana anticipa la prima sportiva affidata al reparto Hyundai N. Adotta un 2.0 turbo benzina da 380 cv abbinato a un cambio a doppia frizione e alla trazione integrale.

La seconda generazione della SUV tedesca cresce nelle dimensioni e adotta soluzioni hi-tech in ambito sia multimediale sia di sicurezza. Mediamente più leggera di 90 kg, può contare su motori turbo benzina e diesel con potenze da 150 a 286 cv.

La seconda generazione della berlina ibrida plug-in nipponica percorre 100 km con un litro di benzina e sino a 50 km in modalità elettrica complice la ricarica solare al tetto. Confermato il powertrain ibrido da 122 cv. La batteria si ricarica in poco più di 3 ore.

Il design richiama elementi cari sia alle sportive BMW sia alle vetture maggiormente votate all’off road. La concept bavarese anticipa una nuova SUV coupé derivata da X1 che entrerà in produzione nel corso del 2017.

Ecco le nostre proposte per un fine settimana a pedali, a motore ma non solo. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana