Google+

L’università dello stinco a Monaco di Baviera

luglio 5, 2015 Tommaso Farina

haxnbauer-monaco-stinco

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Oggi più di ieri, una laurea è importante, importantissima per trovare lavoro. Dunque, le università sono luoghi di capitale importanza. E se foste a Monaco di Baviera, avreste voglia di andare in quella che è una vera e propria università dello stinco?

Naturalmente non si definisce così, l’appellativo è nostro: ma Haxnbauer crediamo lo meriti. Qui, a pochi passi da Marienplatz, va in scena il rito dello stinco. Sia esso di maiale o di vitello, qui viene cotto con la brace di faggio per tante ore, dopo essere stato aromatizzato con una scelta miscela di spezie e droghe. Ce n’è per tutti i gusti. Potreste volerlo intero, e come tale lo pagherete in base al suo peso: il cameriere vi porterà al tavolo alcuni stinchi pronti, col relativo cartellino del prezzo, e potrete scegliere quello che preferite, abbinandovi un contorno a vostra discrezione, come canederli di patate, insalatina ben condita, puré di patate, crauti bianchi o rossi, funghi alla crema o la famosa kartoffelnsalad. Si possono ordinare anche stinchi già divisi a metà, oppure tagliati a fette, magari sia di vitello sia di maiale (“Bayern Duo”).

Ma qui non trovate solo lo stinco. Potete partire con gli antipasti, come l’insalata di wurstel alla bavarese, oppure l’obazda, ossia la crema di formaggio alla paprika. Non mancano poi le zuppe: quella di patate, quella di brodo con grosso canederlo di fegato (quasi un aperitivo, qui), oppure quella di funghi freschi alle erbe. Di secondo, stinco a parte, avrete un sentimentale goulash di manzo con gnocchetti all’uovo; il bollito alla bavarese con rafano; la schnitzel di vitello fritta al burro. La quotata macelleria Kuffler, proprietaria del locale, fornisce direttamente le salsicce e le altre materie prime di carne.

Chiusura dolce coi canederli di prugne, con le frittelle di mele o con altre golosità. Da bere, una mezza dozzina di birre (stranamente, le birre di Monaco nel numero sono superate da quelle di Stoccarda) e alcuni vini. Lo stinco di maiale costa 3.40 euro l’etto, e pesa circa un chilo. A mangiare altro, calcolate meno di 30 euro.

Per informazioni
Haxnbauer
Haxnbauer im Scholastikahaus, Sparkassenstraße, 6
Monaco di Baviera, Germania
0049892166540
kuffler.de/it/haxnbauer.php
Sempre aperto dalle 11 a mezzanotte


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana