Google+

L’eclettico artista Julian Schnabel in mostra al Museo Correr di Venezia

giugno 30, 2011 Mariapia Bruno

Resterà aperta fino al 27 novembre 2011 nelle prestigiose sale del Museo Correr di Venezia la retrospettiva intitolata “Julian Schnabel. Permanently Becoming and the Architecture of seeing” dedicata al visionario artista americano Julian Schnabel. Personaggio eclettico, pittore, scultore e regista, l’artista ha assimilato culture diverse e aperto nuove strade nel mondo dell’arte contemporanea prendendo spunto sia dai suoi connazionali – come Jackson Pollock e Cy Twombly – che dai vecchi maestri spagnoli e italiani – come El Greco, Tintoretto, Giotto, Goya, Gaudí e Picasso – e inserendo nelle sue creazioni numerosi rimandi letterari e culturali – come le letture di Omero e di Eschilo. La sua lezione è improntata a uno sdoganamento per le nuove generazioni di artisti che vengono invitati a estendere a 360 gradi i confini dell’arte contemporanea. La sua geniale creatività infatti, insieme a una stravolgente capacità metamorfica, gli ha consentito di approdare anche nel mondo del cinema e di riuscire brillantemente a incarnare il ruolo di regista nei film Basquiat del 1996, Prima che sia notte del 2000 (vincitore del premio Grand Jury al Festival del Cinema di Venezia) e Lo Scafandro e la Farfalla del 2007 (vincitore del premio per il miglior regista al Festival di Cannes).

 

Ad aprire la mostra l’installazione Queequeg, grandiosa scultura in bronzo alta oltre quattro metri che è il primo frutto dell’accordo biennale che l’artista ha concluso con la casa automobilistica di lusso Maybach. Tra le altre opere esposte (in tutto una quarantina) a fare da fil rouge sono i suoi celebri plate paintings – che negli anni Settanta, grazie alla loro originalità, hanno dato una risposta significativa alla “morte della pittura” – che, insieme a numerose altre opere create con tecniche e materiali differenti, dal velluto alla tela cerata, da pezzi di legno di diverse origini a fotografie, tappeti e teloni, sottolineano come ogni tipo di materiale estrapolato dal suo contesto originario possa assumere facilmente un nuovo significato. Ricorrente è inoltre il tema del mare, della vastità, che spinge l’artista a creare su supporti molto grandi in modo da inglobare lo spettatore all’interno di una grande esperienza visiva proprio come avviene del cinema. Ne è un esempio “The sea” del 1981, realizzato utilizzando frammenti di cocci di vasi messicani, dove il mare diventa strumento per evocare il tempo, la storia e forse anche il concetto di cammino verso la fine.

   

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Se fosse una compagna di scuola, la Peugeot 308 sarebbe la classica ragazza seduta nei banchi della seconda fila; precisa, puntuale, concreta e in grado di ottenere ottimi risultati. Però poco appariscente. La tipica studentessa che pochi notano e che i professori danno per scontato sia in grado di ben figurare in ogni frangente. Ora, […]

L'articolo Prova nuova Peugeot 308 proviene da RED Live.

Il suo logo a forma di ruota spicca su caschi, capispalla, piumini, borsoni, zaini, bracciali in argento e foulard in seta, e non a caso. La collezione di abbigliamento e accessori uomo/donna Milano 1914 trae difatti la sua identità da EICMA, il Salone internazionale delle moto, la cui prima edizione è datata 1914, appunto. E […]

L'articolo Milano 1914, nuova collezione e corner al Boscolo proviene da RED Live.

La scelta di un’automobile è una decisione che dipende dall’utilizzo che se ne vuole fare. Chi ha bisogno di un mezzo da guidare esclusivamente in città, sarà orientato verso un’auto più compatta e maneggevole; se la vettura accompagnerà spesso la famiglia in gite fuori porta, ruote grandi e ammortizzatori rinforzati saranno determinanti; se il conducente […]

L'articolo Il cambio: tipologie e caratteristiche (automatico/semiautomatico/manuale) proviene da RED Live.

In sella a una delle moto più speciali mai prodotte da BMW. La HP4 Race porta all’estremo il concetto di moto sportiva. Leggerissima potentissima, va fortissimo ma non è un mostro impossibile da domare, anzi… 80.000 euro sono tanti? Forse, ma dopo averla guidata potresti cambiare idea.

L'articolo Prova BMW HP4 Race proviene da RED Live.

Con il nuovo Kymco AK 550, la Casa di Taiwan punta dritta al cuore del mercato dei Top Scooter bicilindrici. Il prezzo è interessantissimo (9.190 euro in offerta lancio) ma i contenuti tecnologici sono tutt’altro che di serie B. Anzi!

L'articolo Prova Kymco AK 550 proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana