Google+

Le strade urbane di Aldo Damioli

novembre 19, 2012 Mariapia Bruno

A prima vista quelle strade urbane deserte, popolate solo da alberi e dal silenzio delle immobili case, potrebbero far pensare ad un Edward Hopper dei nostri giorni, ma scavando più a fondo tra i dettagli delle città che noi abitiamo le tele del milanese Aldo Damioli ci raccontano un immaginario potenziale, dove il caos quotidiano a cui siamo abituati lascia spazio ad un ordine netto e preciso. Una realtà non realistica, ma filtrata attraverso una pittura lineare, concettuale, che si configura come un mezzo che ci fa proietta in una ipotetica passeggiata in centro, che possiamo percorrere dal prossimo 22 novembre al 23 dicembre 2012 all’interno della mostra Generi e Rigeneri aperta presso la Galleria Eventinove di Torino, città dove l’artista ha vissuto negli anni ’80-’90.

È un percorso che ci porta da Venezia, a New York, con il suo skyline dominato dagli inconfondibili grattacieli, dove il pittore inserisce l’acqua della città lagunare rifacendosi in questo modo ai vedutisti veneti, a Parigi, di cui dipinge uno scorcio innevato dove sullo sfondo facilmente si riconoscono le pale del rinomato Moulin de la Galette nel cuore di Montmartre. Ma il racconto pittorico non si ferma all’interno della tela, spazia da un’opera all’altra ed è facile immaginare quella donna con cappello di piume e perle come una abitante della stradina francese imbiancata di neve che esce per recarsi a uno spettacolo, o quella donna pensierosa nella propria auto gialla, circondata dai pupazzetti dei figli, inoltrarsi nella Piazza Castello di Torino dove, oltre a un tram e ad uno scooter, balza all’occhio un’insegna cinese che in realtà non esiste, ma che realisticamente racconta di un luogo che apre le sue porte, come l’artista, a sempre più nuovi orizzonti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana