Google+

Le otto notti crepuscolari di Yann Kersalé

dicembre 14, 2011 Mariapia Bruno

Alla Fondation Cultural Centre (Edf) di Parigi è da poco arrivato Yann Kersalé, artista della luce contemporaneo che crea le sue opere a partire da straordinari bagliori luminosi. La mostra, che prende il titolo di Sept fois plus à l’ouest (Sette volte verso ovest), è il compimento di un percorso iniziato sette “volte” fa in Bretagna, un arco di tempo nell’estate 2011 scandito dalle seguenti tappe: le Chaos du Diable a Huelgoat, The rows od megaliths a Carnac, The Telecommunications Radar a Pleumer-Bodou, Océanopolis Aquarium a Brest, The Sillon noir a Pleubian, The Ile Vierge Lighthouse a Plouguerneau e La Courrouze uban Regeneration zone a Rennes.

 

Per Kersalé viaggiare di sette gradi più a ovest significa spostarsi dalla sua nativa Bretagna all’inseguimento della caratteristica luce blu dell’imbrunire dell’estate. «Le mie tele rappresentano sempre il momento di transizione tra il crepuscolo e l’aurora» afferma l’artista che in questo modo sente di essere vicino alla fine della sua settimana e si volta verso l’ottavo bagliore. Nella sede espositiva fino al prossimo 4 marzo 2012 si potranno ammirare gli oggetti e le atmosfere che si aprono verso notturni orizzonti illimitati colti da questo visionario creatore, da sempre fulminato dalla fascinazione della notte.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La show car a batteria al debutto al Salone di Parigi può contare su di un motore da 170 cv e un’autonomia di 600 km. È una hatchback compatta disponibile a guida autonoma e anticipa 30 futuri modelli elettrici Volkswagen. Una rivoluzione.

La nuova ammiraglia della Stella è lunga 6,5 metri, pesa oltre 5 tonnellate ed è caratterizzata da una blindatura in grado di resistere sia alle armi d’assalto sia agli esplosivi. Adotta da un V12 6.0 biturbo da 530 cv. Il prezzo? 1,4 milioni di euro.

Una sella road da 63 grammi per dimostrare dove la tecnologia può portare ma anche un modello specifico da endurance, che offre comfort e supporto extra, e uno dedicato ai biker più esigenti.

La concept giapponese anticipa il design dei futuri modelli Mitsubishi. È dotata di un powertrain ibrido plug-in con tre motori elettrici. Una soluzione che porta in dote la trazione integrale a gestione elettronica e un’autonomia di 120 km a zero emissioni.

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana