Google+

Le Nozze di Cana e quel vino che lascia addosso un singolare incanto

febbraio 3, 2013 Marina Corradi

Milano, 20 gennaio. «Tre giorni dopo, ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea». In una domenica di pioggia e neve, il cielo basso, l’orizzonte annullato, nel rito ambrosiano torna il miracolo di Cana. In chiesa siamo tutti intabarrati, le sciarpe al collo, gli ombrelli gocciolanti. Già alle quattro, con questo tempo sarà buio.

«Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli». Nei miei pensieri impigriti – quella cappa, fuori, sembra dire che tutto è fermo, e finito – parte non so come un film vivo di colori e profumi. È una mattina radiosa in un paese mediterraneo, in maggio, uno di quei giorni in cui la terra sembra gravida di ogni promessa e dono. In un cortile, sotto a un grande pergolato di glicine, una lunghissima tavolata. Sulla tovaglia candida un via vai di servi deposita abbondanti piatti di portata. Gli invitati banchettano, e ridono, e le voci si vanno alzando di tono. Tintinnio di bicchieri, gorgoglìo di vino dalle caraffe. Le donne, da una parte, belle nel giorno di festa, gli occhi scuri ammiccanti, badano a uno sciame di bambini troppo eccitati per restare seduti: che si rincorrono, agguantano un boccone dalla tavola e di nuovo scappano, sfuggendo alle mani delle madri. Sotto alla tavola due piccoli cani si dividono le ossa del pollame, avidamente. Ma, i bicchieri ora sono vuoti.

Maria al figlio: «Non hanno più vino». «Che ho da fare con te, donna? Non è ancora giunta la mia ora». È brusca la risposta di Gesù, come sottintendendo, fra i due, qualcosa che la madre già sa bene, fin da quando lui era bambino, e che qui, davanti agli altri, non si può rivelare. Già lei sa, già nel segreto dell’intimità domestica ha intravisto l’onnipotenza di quel figlio che non le è nato da un uomo. E dunque, cosa gli ci vorrebbe per dare nuovo vino agli sposi, perché la letizia del banchetto si dipani, come si usa, fino a sera? Maria non si rassegna, Maria è certa. Dice ai servi infatti: «Fate quello che vi dirà». Ordina lui, soltanto: «Riempite d’acqua le giare». E i servi vanno a colmarle, chiedendosi l’un l’altro meravigliati: a che servirà tutta quest’acqua?

Cristo non ha bisogno di pronunciare una sola parola. Nessuno vede il fremito dell’acqua, l’incresparsi appena della materia, docile al suo signore. È già vino, spumeggiante, sanguigno: e già generoso riempie i calici, e inebria gli ospiti. Loro, non sanno: solo i servi nelle cucine van raccontando, sbalorditi; solo Maria sa, e guarda il figlio, e lui la guarda, in un complice segreto, che gli altri non colgono.

Gli ospiti danzano poi fino al tramonto. (Quel vino, lascia addosso un singolare incanto). Cana, il primo miracolo, è perché gli uomini siano lieti – mentre nel cortile i gelsomini, calando il sole, riempiono l’aria di un profumo struggente. Poi, il film finisce. Fuori di chiesa, nel grigiore di gennaio, mi resta addosso l’eco di una lontana, radiosa mattina di maggio.

04/2013

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

3 Commenti

  1. Enrico scrive:

    Cara Marina,
    il suo Diario è il primo o secondo articolo che leggo quando apro Tempi, scrive davvero bene e col cuore.
    Questa settimana ci hanno fatto il bidone (o è lei impossibilitata) per cui … alla prossima.
    Un abbraccio
    Enrico V.

  2. beona scrive:

    L’incanto della ciocca.

  3. Ravecca Massimo scrive:

    La fine è sorella dell’inizio, recita un proverbio medioevale. Durante la fase intermedia della Passione, anche lì gran parte degli partecipanti sarà ubriaca, come a Cana, anche se non di vino, come durante la partecipazione di un carnevale ebraico, tanto che Gesù dirà: Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno. Cfr. Ebook (amazon) di Ravecca Massimo. Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un trapianto di cuore in piena regola. In Jaguar, da piccoli, devono aver giocato con “L’allegro chirurgo”, dato che il V8 5.0 sovralimentato della F-Type R trova posto sotto il cofano della berlina di medie dimensioni XE, entry level – si fa per dire – della gamma di Coventry. Un’operazione che porta alla nascita della […]

L'articolo Jaguar XE SV Project 8: nessuna come lei proviene da RED Live.

Prendi la moto più venduta da anni. Provata e riprovata in tutte le condizioni. Cosa si può raccontare ancora di lei? Parto con queste convinzioni per l’ennesimo test della ennesima R 1200 GS (le ho provate tutte le GS dalla 1100 a oggi). È la Rallye che ho già provato poco tempo fa in un […]

L'articolo Alla GS Academy con BMW R 1200 GS Rallye assetto sport proviene da RED Live.

Se l’elettrico costituisce il futuro della mobilità, la tecnologia ibrida plug-in è figlia del presente. Rappresenta infatti la massima espressione del compromesso tra propulsione tradizionale e a zero emissioni. Un’auto ibrida plug-in non è altro, del resto, che un’auto ibrida, quindi dotata di un powertrain composto dall’interazione tra due motori – il primo a combustione […]

L'articolo Hyundai Ioniq Plug-in: praticamente astemia proviene da RED Live.

She’s back. Dopo quasi vent’anni d’assenza, la BMW Serie 8 è di nuovo tra noi. La coupé di Monaco, destinata a collocarsi al vertice della gamma del costruttore tedesco, arriverà nelle concessionarie nel 2018, ma le linee sono già state svelate in occasione del Concorso d’eleganza di Villa d’Este. Chiamata a sfidare rivali blasonate quali […]

L'articolo BMW Serie 8: classe cattiva proviene da RED Live.

Un accessorio può fare la differenza? Snob Milano, giovane realtà della provincia di Varese, ne è convinta. E difatti rimpolpa il suo catalogo, già ricco di occhiali da sole e da vista, con le due nuove maschere da moto Café Bubble e Café Flat, ricercate nel design e nei contenuti tecnici.  I punti in comune  Amate […]

L'articolo Snob Milano Café Bubble e Café Flat proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana