Google+

Le chiese e il design contemporaneo al Museo Diocesano di Milano

novembre 30, 2012 Mariapia Bruno

In principio erano di pietra a una o tre navate e vi facevano accesso solo i credenti cristiani, convocati nella chiesa a loro più vicina. Oggi sono immense, imponenti, maestose, di legno, di marmo e di vetro, le nuove chiese moderne richiamano non soltanto una massa di fedeli. Che siano alte come le cattedrali francesi o ampie come la Basilica di San Pietro o la “Cattedrale del Mare” descritta da Falcones nell’omonimo libero, le chiese invitano chiunque a farvi accesso, forti delle loro opere d’arte e delle loro architetture nate dalle mani dei più noti progettisti. Sono infatti state ideate da Fuksas, Isolarchitetti, Lisi, Moneo, Craig Hartman (SOM), Ziegler-Cooper e Rohn le tre chiese italiane e le tre cattedrali statunitensi protagoniste della mostra Genius loci. Chiesa e dialogo. Due continenti a confronto tra memoria e modernità, aperta da qualche giorno  (e fino al 6 gennaio 2013) presso il Museo Diocesano di Milano.

Si tratta di Santa Maria in Zivido di San Giuliano Milanese di Isolarchitietti, San Paolo Apostolo di Foligno di Fuksas, San Paolo Apostolo a Frosinone di Lisi e delle cattedrali di Oakland di Hartman, quella di Houston di Ziegler-Cooper e Rohn, e di Los Angeles di Moneo. Sono opere dal disegno architettonico e liturgico molto diverso che incarnano la svolta portata cinquant’anni fa dalla Costituzione liturgica Sacrosanctum Concilium riguardante la riflessione su come l’architettura e l’arte contemporanea possono ospitare ed esprimere la parola di Dio.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

La seconda generazione della crossover coreana beneficia di lievi ritocchi estetici e di un moderno sistema d’infotainment. Debutta il 1.6 turbo benzina da 204 cv di derivazione Pro_cee’d 1.6 T-GDi GT.

Look pistaiolo e dotazione particolarmente ricca per l'ultima versione della supercar nipponica, che entra in listino a 118.900 euro. Le consegne inizieranno a novembre

La concept nipponica anticipa una SUV a tre porte dal design aggressivo, ispirata concettualmente alla prima generazione a passo corto della Toyota Rav4. A soluzioni avveniristiche in abitacolo si affianca un powertrain ibrido.

Al Mondial de l'Automobile debutta la nuova Suzuki Ignis 2017. È una specie di mini Suv che sfida a viso aperto la Fiat Panda 4x4. Arriverà all'inizio del prossimo anno

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana