Google+

Le allegorie dell’esistenza umana nelle opere di Alberto de Braud

ottobre 16, 2012 Mariapia Bruno

«Personalmente, la figura umana è stato uno dei temi che ho esplorato più spesso perché è un tema inesauribile, ancora pieno di  possibilità e carico di significati e simbolismi, ma non è il solo – afferma Alberto de Braud. – Ho lavorato e lavoro ancora in altre direzioni e per questa ragione ho voluto fortemente in questa mostra offrire al pubblico una visione completa di questo soggetto a me caro e liberarmene per affrontare nuove avventure». Ecco quale è il concetto chiave della retrospettiva Fine del Gioco che il Museo Diocesano di Milano dedica, quattro anni dopo aver accolto la grande installazione Unexpected, all’artista milanese da anni impegnato all’elaborazione di opere basate sulla figura stilizzata dell’uomo.

Il senso di fragilità, l’equilibrio precario del rapporto tra società e individuo, e lo sforzo che ogni persona fa per affrontare mete e obiettivi sempre più complicati, sono concetti cari a de Braud, di cui investe non solo le sue sculture, ma anche le istallazioni, dove all’interno di ogni sagoma prende posto un simbolo nascosto da forme allegoriche. In mostra fino all’11 novembre 2012 una serie di creazioni decontestualizzate che offrono al visitatore frammenti di una realtà in bilico tra la dimensione del gioco e una bizzarra e sottile ironia che trasferisce un significato nuovo e inaspettato alla loro essenza che oscilla tra il surreale e l’esistenziale.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana