Google+

Lasciate perdere la dieta, o voi ch’entrate. Da Piperno è vera cucina peccaminosa ebraico-romanesca

aprile 6, 2014 Tommaso Farina

ristorante-piperno-roma-2Il ristorante “buono” una volta era così: un posto caldo e accogliente, dove andare con la famiglia, magari coi nonni, in un ambiente tranquillo e riposante. I camerieri, in giacca bianca e spesso oltre la mezza età, complici e conoscenti da una vita. Questo è il Piperno, uno storico locale sul limitare del Ghetto di Roma. Il Piperno è un santuario del passato. Ma questo importa relativamente, al massimo è una chicca in più. Quel che conta, è che ci si mangia bene, e certi piatti sono tuttora imperdibili.

La cucina si muove nel solco della tradizione cosiddetta ebraico-romanesca: ossia, matrimonio tra preparazioni d’origine giudaica e peccaminose ricette “cristiane”, comprensive del vietatissimo maiale. Si parte con antipasti vari, ma forse è il caso di barare e di scegliere qualcosa dalla lista “Specialità”. I fritti, per esempio: c’è quello “Grande”, con fiore di zucca, carciofo alla giudia, crocchette, supplì, ovolina di mozzarella. Ci sono i filetti di baccalà. E c’è lo stupendo “Fritto misto all’italiana”: spicchi di carciofi, animelle e cervella, il tutto dorato, croccante ma leggerissimo. Un must have.

ristorante-piperno-roma-1Di primo, la rotonda pienezza di un piatto di perfetti gnocchi all’amatriciana, di raro e glorioso equilibrio. Altrimenti i tagliolini “cacio e unto” (pecorino, pepe e lardo); la carbonara; la pasta e ceci; gli gnocchi col sugo d’agnello.

Di secondo, si plana sui grandi classici “de Roma”: l’abbacchio a scottadito; la trippa alla romana; la coda alla vaccinara; la coratella d’agnello coi carciofi; lo stufato con le cipolline; il pesce da scegliersi al banco. Un piccolo gioiello, però, è un piatto difficilmente rinvenibile altrove: il tegamino di cervella d’agnello al burro. Un piatto sanculotto e sentimentale, che parla una lingua antica e moderna insieme.

Per finire in dolcezza, le “Palle del nonno”: bombe di ricotta dorate e fritte. Lasciate perdere la dieta, o voi ch’entrate.

Conto di circa 55 euro, cantina ben fornita, servizio d’altri tempi. Una macchina del tempo.

Per informazioni
Piperno
www.ristorantepiperno.it
Via Monte de Cenci, 9 – Roma
Tel. 0668806629
Chiuso domenica sera e tutto il lunedì

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana