Google+

La wunderkammer del silenzio di Bernardino Luino

aprile 15, 2013 Mariapia Bruno

È una soggettiva dal punto di vista di «un romano sui Navigli, il che significa una luce calda raffreddata» (è cosi che Maurizio Fagiolo dell’Arco definì Bernardino Luino, pittore nato a Latina nel 1951 e vivente a Milano) quella intitolata La solitudine, il tempo, il silenzio, appena inaugurata presso il Centro di Promozione Culturale “Le Muse” di Andria (Ba). Protagoniste le opere che rappresentano i temi più cari all’artista all’artista – i paesaggi, gli interni, i nudi, le nature morte – che raccontano la veracité, la verità delle cose, l’essenza, la bellezza, la poesia, dove regna il mistero, il silenzio, la solitudine, l’ordine, il rigore, la disciplina, la precisione, quello che Stefano Crespi nel suo testo critico chiama l’exactitude.

Aperta fino al 31 maggio 2013, la retrospettiva si snoda come una sorta di Wunderkammer del silenzio, dove si dipana il mondo immaginativo dell’artista, ricco di «presenze senza presenza» – come ha detto Tassi – che nella tela racconta il rapporto con l’esterno, il vasto orizzonte dello spazio urbano e metropolitano, milanese e un pò americano, che per certi versi ricorda le stanze della riflessione dipinte da Hopper.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana