Google+

Maria Cristina Carlini, la scultrice della terra

luglio 20, 2012 Mariapia Bruno

Lavora la pietra, il ferro, il legno e ama i materiali e le forme scomposte della terra, la scultrice Maria Cristina Carlini, la cui iniziale predilezione per la ceramica, che l’ha portata agli inizi della sua carriera a lavorare a Palo Alto in California, si è tramutata in uno studio della complessità e varietà delle forme. Protagonista della mostra Scultori a Villa Recalcati. Maria Cristina Carlini, aperta a Varese dal 22 luglio al 26 agosto 2012 e curata da Flaminio Gualdoni, l’artista presenta una serie di sculture monumentali all’esterno della villa, mentre all’interno a far da padroni sono opere di medie e grandi dimensioni plasmate con materiali come l’acciaio corten, la resina e il grès.

Ed ecco che lo sguardo dello spettatore si sofferma su composizioni come il Giardino di pietra, dove dei tronchi bianchi sono gli unici abitanti di un suolo nero, Muro grès ferro, un muro di mattoni ferrosi ospitanti del muschio, e Stracci grès con cuciture in ferro, dove un gruppo di panni di stoffa grezza appesi ad un filo raccontano qualcosa di ancestrale, qualcosa di materico, qualcosa di terreno.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La show car a batteria al debutto al Salone di Parigi può contare su di un motore da 170 cv e un’autonomia di 600 km. È una hatchback compatta disponibile a guida autonoma e anticipa 30 futuri modelli elettrici Volkswagen. Una rivoluzione.

La nuova ammiraglia della Stella è lunga 6,5 metri, pesa oltre 5 tonnellate ed è caratterizzata da una blindatura in grado di resistere sia alle armi d’assalto sia agli esplosivi. Adotta da un V12 6.0 biturbo da 530 cv. Il prezzo? 1,4 milioni di euro.

Una sella road da 63 grammi per dimostrare dove la tecnologia può portare ma anche un modello specifico da endurance, che offre comfort e supporto extra, e uno dedicato ai biker più esigenti.

La concept giapponese anticipa il design dei futuri modelli Mitsubishi. È dotata di un powertrain ibrido plug-in con tre motori elettrici. Una soluzione che porta in dote la trazione integrale a gestione elettronica e un’autonomia di 120 km a zero emissioni.

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana