Google+

La pantagruelica, divertente zuppa giapponese a Milano

febbraio 15, 2017 Tommaso Farina

ramen-house-farina

Rubrica tratta dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Dopo l’ubriacatura di sushi, ci piace il revival della cucina giapponese meno scontata, meno ovvia, meno inflazionata. Il sushi ormai lo fanno ovunque, ed è quasi monopolio di cuochi cinesi, oltre che spesso servito in micidiali ristoranti “all you can eat”, non sempre troppo buoni. Così, è da qualche anno che seguiamo con interesse l’esplosione del cosiddetto ramen, soprattutto a Milano.

Il ramen, piatto che per tradizione in Giappone si considera di origine cinese, è una specie di gigantesca, pantagruelica zuppa, dalle molteplici varianti regionali. Punti fermi? Il brodo, che c’è sempre anche se può essere di diversa natura, e la pasta: si tratta di taglierini all’uovo. Il resto cambia sempre, ed è un “resto” decisamente abbondante e rabelaisiano, anche nell’aspetto.

Fatevene un’idea andando da Ramen House, in viale Montenero. Il destino nel nome: in queste due simpatiche stanze, né sovraccariche né disadorne, il vero ramen va in scena nella più catturante varietà. Il più classico è quello con le costolette di maiale, che comprende anche verdure, alga wakame e uno scenografico uovo sodo tagliato in due e cotto nel tè verde. Ma ne avrete anche altri: quello piccante con macinato di maiale; quello vegetariano; quello con gamberi e calamari e via dicendo. Oltre che coi filologici tagliolini all’uovo, il ramen può essere richiesto anche con la grossa pasta udon di acqua e frumento, e pure coi noodles di riso. In aggiunta, è prevista l’opzione di una doppia razione di pasta, peraltro già abbondante nella porzione normale.

Bello vero? Ma prima dei ramen, conviene assaggiare i dim sum: i ravioli cinesi, qui presenti in numero enciclopedico. Si va dai soffici e “panosi” Bao Zi ripieni di carne, ai Wo Tiep col brasato, fino ai classici ravioli cantonesi. Ci sono anche altre specialità, come il riso all’anatra. Per finire, dolci come le palle di riso al fior di loto. I ramen costano dagli 8 agli 11 euro, e sono ricchi e abbondanti. Per un pasto completo? Diciamo 35 euro. E ci si diverte.

Per informazioni
Ramen House
www.ramenhouse.it
Viale Monte Nero, 62 Milano
Tel. 025510442
Chiuso il lunedì

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana