Google+

La morte di Mango e la civiltà atea

dicembre 10, 2014 Camillo Langone

Articolo tratto da Il Foglio Fatalità vuole che mentre leggevo le critiche alla pubblicazione del video di Mango morente stessi studiando storia dell’arte, e proprio i capitoli dedicati ai memento mori. Ci fu un tempo in cui la morte, di più, l’agonia, veniva rappresentata realisticamente e non era certo un tempo di sciacallaggio mediatico. Si osservi il monumento sepolcrale di Luigi XII di Francia e di sua moglie Anna di Bretagna, fissati con la smorfia del trapasso. O quello del cardinale La Grange, col corpo già in decomposizione. Si rammenti che erano ritratti ufficialissimi e celebrativi. Era tutta la civiltà cristiana a non temere lo spettacolo della morte, certo per il grande esempio di morte in pubblico fornito da Gesù Cristo. Il video di Mango mi ha ricordato una deposizione, Pontormo e Pasolini ne avrebbero tratto capolavori e qui esorto gli eccellenti pittori viventi a cimentarsi su tanto soggetto. L’influsso cristiano sembrava giungere anche negli ambienti anticlericali: si veda il ritratto di Mazzini sul letto di morte, capolavoro di Silvestro Lega che certo non voleva compiere un vilipendio di cadavere ma rendere un estremo omaggio. Invece la civiltà atea non sa cosa farne della morte, non sa trarne nessun insegnamento, ed ecco pertanto le facili indignazioni e le facili cremazioni. (Se è per questo non sa trarre alcun insegnamento nemmeno dalla vita, ed ecco pertanto le proteste per le mamme che allattano nei ristoranti).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download