Google+

La mia Dinamo rialzerà la testa alla faccia di tutti

marzo 18, 2016 Susanna Campus

dinamo-sassari-milano-susanna-campus-03

Cari amici, adesso basta! Mi sono proprio scocciata! Voglio parlarvi di una cosa che a me preme molto: la “mia Dinamo”!

È mai possibile che, dopo aver fatto tutto quello che “abbiamo” fatto l’anno scorso, quest’anno abbiano tutti da ridire?

Il fatto è che, a molti, non è andato giù il fatto che una società non certo “blasonata” come certe iscritte al campionato nel quale giochiamo e che hanno dei budget di gran lunga superiori al nostro, abbia vinto di tutto e di più! Questo ha fatto girare le scatole a molti “benpensanti” e, come capita spesso nel nostro paese, si sono elevati a titolo di giudice, pubblica accusa, giuria e chi più ne ha, più ne metta! Molti hanno condannato a priori la Dinamo solo perché, quest’anno, per diversi motivi, non sta andando come i “grandi esperti del basket” si aspettavano… Giusto per avere qualcosa su cui chiacchierare. Chissà perché sono tutti degli “oracoli” pronti a puntare il dito e accusare tutti: società, giocatori, allenatori, GM, fino ad arrivare ai ragazzini che puliscono il parquet dal sudore dei ragazzi che cadono. Queste persone ci godono a puntare il dito e accusare solo perché, magari in quel particolare periodo, erano “fuori” da ogni testata giornalistica o tv. In questa maniera tornano alla ribalta della cronaca e la “fama” li rende di nuovo grandi!

Chiedo: prima di criticare e sputare veleno su tutti, hanno mai diretto una società SANA come la Dinamo? Qualcuno ha mai allenato (forse sì), fatto il GM (chissà), o fatto qualsiasi lavoro di questi per poter parlare? Credo che per poter parlare bisogna avere in mano tutti gli “elementi possibili” che solo chi gestisce una società può avere… Qualsiasi società, sia essa di basket, calcio, pallavolo, tamburelli non va certo a dire “tutto- tutto” a tutti i pettegoli di questo mondo. Ci mancherebbe che un presidente o proprietario di società sveli anche quante volte va in bagno! Beh, qualche cartuccia se la deve riservare per chi tenta di pugnalarlo alle spalle! Beh, il “mio presidente” fa bene a difendersi da queste “chiacchiere da bar”!

Poi mi sorge un’altra domanda: ma tutti i giornalisti, ospiti delle trasmissioni tv, tifosi e via così, SONO TUTTI ALLENATORI? Sentendoli parlare, dicono tutti le stesse cose: “Io avrei fatto entrare X, avrei tolto Y, poi Z non serve a niente! Oppure A e B potevano fare così o cosà”.

Ma vogliamo metterci in testa che ognuno deve imparare a fare il proprio lavoro? Sempre che lo sappia fare!

Questi signori, conoscono “l’effetto boomerang? Beh, si ricordino che tutto ciò che fanno o dicono… ritorna sempre indietro! Sparlano, triturano e criticano la “mia Dinamo”? Che stiano attenti! Il boomerang può tornare indietro e… colpire “le lingue troppo lunghe”!

LA MIA DINAMO NON SI TOCCA!

Chi ha voglia di “allenare” la lingua, che parli con cognizione di causa… Avendo tutti i “dati del problema”! Altrimenti rischiano di “impantanarsi”! Penso che così facendo non riusciranno mai a risolvere il quesito!

È meglio che stiano tutti zitti. Vi chiedo: è diventato lo sport preferito sparlare della Dinamo? La “mia Dinamo” rialzerà la testa alla faccia di tutti e… ATTENTI AL BOOMERANG!

Susanna, malata di sla e tifosa n. 1


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

2 Commenti

  1. Gazz.34487 scrive:

    Una sola parola: CHAPEAU!

  2. Rolli Susanna scrive:

    Susanna, ciao, sei grande!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta in Brasile la nuova generazione della SUV americana di medie dimensioni. Attinge allo stile dell’ammiraglia Jeep, non rinuncia a una discreta propensione all’off road e può contare su di una ricca dotazione multimediale e di sicurezza. In Europa nel 2017.

La concept car Trezor mostra al Salone di Parigi come potrebbero essere le Renault sportive di domani: elettriche, connesse e a guida anche autonoma

Lo step da 120 cv del 1.6 td Fiat è ora abbinabile alla trasmissione a doppia frizione DCT a 6 rapporti. La nuova dotazione, proposta al probabile prezzo di 1.900 euro, è dedicata alla famiglia Tipo e alla crossover 500X.

Per la nuova stagione i tecnici si concentrati soprattutto sulle prestazioni del motore. Grazie al lavoro di sviluppo, il grosso monocilindrici guadagna 6 cv e 3 Nm.

La compatta elettrica francese adotta un nuovo pacco batterie da 41 kWh che porta a 400 km l’autonomia. Debuttano il ricercato allestimento Bose e i servizi Z.E. Trip e Z.E. Pass per semplificare la ricarica presso le colonnine pubbliche. Prezzi da 25.000 euro.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana