Google+

La fede nell’arte dei frati Cappuccini a Milano

ottobre 11, 2011 Mariapia Bruno

Al Museo dei Cappuccini di Milano la retrospettiva intitolata “La fede nell’arte: luoghi e pittori dei frati Cappuccini” celebra, nel decennale dalla prima esposizione, l’arte dei pittori cappuccini, religiosi illuminati da una profonda passione e dotati di un grande talento artistico che hanno espresso la loro fede attraverso la pittura. In mostra dal prossimo 16 ottobre al 19 febbraio 2012 le creazioni di artisti appartenenti all’Ordine, come Bernardo Strozzi con il suo “Compianto su Cristo morto“, Fra Semplice da Verona, Paolo Piazza con il suo “Angelo annunciante“, Fra Stefano da Carpi, Fra Giovanni Francesco Gamberoni, Fra Camillo Kaiser e Fra Damaso Bianchi, e altre opere di pittori a loro molto vicini.

Si tratta di una collezione molto suggestiva che ben esprime il pensiero, il lavoro, l’ambito culturale e religioso in cui hanno operato i Cappuccini. Tra le opere in mostra spicca un’ospite eccellente, la statua ripulita per l’occasione in marmo di Candoglia dell’inizio secolo XV raffigurante san Francesco proveniente da un pilone del Duomo di Milano. La scultura vuol essere un gentile omaggio della Veneranda Fabbrica del Duomo – la più antica istituzione artistica religiosa della città – per i dieci anni del Museo ospitante che è ormai diventato, nella sua sede a Palazzo Kramer, un punto di riferimento costante per la promozione artistica, storica e culturale milanese e lombarda di spirito Cappuccino.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana