Google+

La Divina Commedia disegnata da Tono Zancanaro

luglio 6, 2011 Mariapia Bruno

Dal 9 luglio un’altra Divina Commedia farà eco alla mostra itinerante “Ossessione Dali”. Questa volta sono le opere di Tono Zancanaro (1906-1985), uno dei piu importanti disegnatori e incisori del dopoguerra, a scandire le sale del Museo Archeologico e d’Arte della Maremma di Grosseto. Accanto alle stampe dedicate al poema dantesco verranno esposte una serie di altre opere che l’artista ha eseguito focalizzandosi sulle tematiche portanti della Commedia di Dante: dalla dimensione del male che viene rappresentata dalla figura mostruosa del Gibbo, alla dimensione paradisiaca espressa attraverso l’immagine di paesaggi idilliaci e figure femminili mitizzate, alla dialettica tra queste due dimensioni sintetizzata dal lavoro dell’uomo che cerca di emanciparsi dallo sfruttamento.

 

Zancanaro è stato inoltre sempre attento e partecipe alla vita politica del paese e individua i nemici della democrazia eseguendo sette acqueforti dedicate al ciclo de “Neo Gibbo” (1961-1970) che raccontano, attorno ai “fatali sette colli“, una serie di vicende che vedono coinvolti – oltre al Gibbo e la sua anima nera – i principali personaggi politici del tempo. La mostra, inserita nel progetto di iniziativa “una rete regionale delle culture della contemporaneità” e promossa dalla Provincia di Grosseto all’interno del progetto “Maremma in-Contemporanea 2011”, resterà aperta fino al 4 settembre 2001. 
 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta in Brasile la nuova generazione della SUV americana di medie dimensioni. Attinge allo stile dell’ammiraglia Jeep, non rinuncia a una discreta propensione all’off road e può contare su di una ricca dotazione multimediale e di sicurezza. In Europa nel 2017.

La concept car Trezor mostra al Salone di Parigi come potrebbero essere le Renault sportive di domani: elettriche, connesse e a guida anche autonoma

Lo step da 120 cv del 1.6 td Fiat è ora abbinabile alla trasmissione a doppia frizione DCT a 6 rapporti. La nuova dotazione, proposta al probabile prezzo di 1.900 euro, è dedicata alla famiglia Tipo e alla crossover 500X.

Per la nuova stagione i tecnici si concentrati soprattutto sulle prestazioni del motore. Grazie al lavoro di sviluppo, il grosso monocilindrici guadagna 6 cv e 3 Nm.

La compatta elettrica francese adotta un nuovo pacco batterie da 41 kWh che porta a 400 km l’autonomia. Debuttano il ricercato allestimento Bose e i servizi Z.E. Trip e Z.E. Pass per semplificare la ricarica presso le colonnine pubbliche. Prezzi da 25.000 euro.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana