Google+

La creperia più francese di tutta Milano

giugno 6, 2017 Tommaso Farina

cibo

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – La crêpe, in Francia, è più o meno come la pizza in Italia: in ogni città francese, si trova almeno un posto che la fa e la propone ai passanti. Del resto, la cosa si apprezza: la crêpe è un pranzetto sfizioso, stuzzicante, anche sostanzioso in certe varianti. È un bene che da qualche tempo si sia deciso di farle anche in Italia.

A Milano, di creperie ne trovate di varie. Di recente siamo stati in quella che forse è la più francese di tutte: La Crêperie d’Auriane. Si trova nella tranquilla ed elegante via Correggio, e ha una storia singolare. Auriane sarebbe, semplicemente, la proprietaria: una giovane parigina che è venuta a studiare in Italia, in Bocconi, decidendo poi di dedicarsi a far conoscere agli italiani la bontà di un piatto come la crêpe. Del resto, Auriane non si è dedicata solo alla macro e microeconomia: in Bretagna si è diplomata alla scuola nazionale delle crêpes.

Così, è nata la creperia, che dunque non è un optional da dopolavoro. L’ambiente è quello che ci si può immaginare: debitamente chic ma semplice, molto chiaro, addobbato di vedute di Parigi. Nel piatto, tutta una serie di crêpes. Ci sono quelle dolci classiche, con l’impasto di farina, uovo, zucchero, burro e latte. E ci sono le cosiddette galettes, ossia le crêpes salate di grano saraceno. Ambedue proposte in gran copia di varianti. Noi abbiamo provato la galette raclette, ossia ripiena del famoso formaggio savoiardo e di prosciutto crudo: una vera bomba, decisamente ghiotta e appagante.

Le crêpes in ogni caso non sono l’unico atout (massì, parliamo francese anche noi) della casa. È superbo, tanto per dire, il croque-monsieur, ossia il celebre sandwich grigliato con prosciutto e formaggio che qualunque turista ha assaggiato all’ombra di Notre-Dame. Qui è perfetto, oltre che accompagnato con patate fritte davvero curate. Per il resto, ci sono taglieri di formaggi e vari altri piatti francesi che meritano l’assaggio. Per dolce, se non volete una crêpe, c’è pur sempre la tarte tatin. Si spendono circa 15 euro con una crêpe, un po’ di più col pasto completo.

Per informazioni: La Crêperie d’Auriane Via Correggio, 50 – Milano Tel. 02.49501315 Chiuso la domenica sera e tutto il lunedì

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi