Google+

«La Chiesa cinese crede ancora dopo 50 anni di persecuzioni». La risposta del Sinodo al vescovo Li

ottobre 25, 2012 Leone Grotti

«Raccomandiamo che sia presa particolarmente a cuore l’evangelizzazione del Popolo cinese e la rievangelizzazione di coloro che sono divenuti tiepidi o hanno perso la fede». Così i partecipanti al Sinodo per la nuova evangelizzazione hanno scritto in una lettera a mons. Lucas Li Jingfeng, vescovo di Fengxiang (Shaanxi), che per l’inizio del Sinodo aveva inviato a Benedetto XVI una lettera. Li era stato invitato a partecipare al Sinodo, come a quelli precedenti, cosa che però Pechino ha sempre impedito. Al Sinodo ci sono infatti vescovi da Taiwan e Hong Kong ma nessuno dalla Cina popolare. Il vescovo è tra i pochissimi prelati cattolici ad essere approvato dal governo comunista pur non appartenendo all’Associazione patriottica.

«CREDIAMO ANCHE DOPO 50 ANNI DI PERSECUZIONE». Ha scritto Li al Papa: «Mi congratulo con voi che potete partecipare al Sinodo e rendere omaggio al Sepolcro di San Pietro. Mi duole moltissimo che non possiate udire alcuna voce della Chiesa Cinese. Voglio dire che la nostra Chiesa in Cina, in particolare i laici, ha sempre custodito finora la pietà, la fedeltà, la sincerità e la devozione dei primi cristiani, pur avendo sopportato cinquanta anni di persecuzioni. Desidero aggiungere che prego intensamente e costantemente Dio Onnipotente affinché la nostra pietà, la nostra fedeltà, la nostra sincerità e la nostra devozione possano risanare la tiepidezza, l’infedeltà e la secolarizzazione che sono sorte all’estero da una apertura e una libertà senza freni. Nell’Anno della Fede, nelle vostre discussioni sinodali potete indagare perché la nostra fede in Cina si è potuta conservare indefettibile fino a oggi. È come ha detto il grande filosofo cine LaoTse: “Come la calamità genera la prosperità, così nella mollezza si nasconde la calamità”. Nelle Chiese fuori dalla Cina, la tiepidezza, l’infedeltà e la secolarizzazione dei fedeli si sono contagiate a molti chierici. Invece, nella Chiesa Cinese i laici sono più pii dei chierici. Credo comunque che la nostra fede di cristiani cinesi possa consolare il Papa. Non menzionerò la politica, che è sempre transeunte».

LA RISPOSTA DEL SINODO. Pubblichiamo di seguito la risposta del Sinodo:

Città del Vaticano, 23 ottobre 2012.
Eccellenza Reverendissima,

Con grande piacere i Padri Sinodali che celebrano il XIII Sinodo Ordinario dei Vescovi sulla Nuova Evangelizzazione e la Trasmissione della Fede hanno ricevuto la Sua Lettera con la quale Ella ha voluto far sentire la Sua voce dall’interno della Repubblica Popolare Cinese. Questa Sua intenzione è stata assai apprezzata, nonostante tra i Padri Sinodali siano presenti alcuni Vescovi provenienti da Hong Kong e da Taiwan. Il Sinodo ha appreso con soddisfazione, rendendone grazie a Dio, che i fedeli cattolici della Cina mantengono salda la loro fedeltà, pietà e sincerità verso la Santa Madre Chiesa. Noi sappiamo che le sofferenze, le preghiere e la gioia di essere cristiani in Cina sono offerte gradite a Dio e sono di incoraggiamento per tutti i cristiani del mondo.

Domenica 7 ottobre il Santo Padre Benedetto XVI, con una solenne Liturgia Eucaristica ha aperto la XIII Assemblea Sinodale, ha commemorato i 50 anni dell’ inizio del Concilio Vaticano II e ha dato inizio all’Anno della Fede, che si concluderà con la Festa di Cristo Re nel 2013. Anche se Lei e gli altri Vescovi cattolici della Cina non avete potuto intervenire, noi vi abbiamo considerati spiritualmente presenti. Chiediamo a tutti i Vescovi, i Sacerdoti e i fedeli di codesto grande Paese di vivere l’Anno della Fede con generosità e impegno. Così raccomandiamo che sia presa particolarmente a cuore l’evangelizzazione del Popolo cinese e la ri-evangelizzazione di coloro che sono divenuti tiepidi o hanno perso la fede. Il Sinodo dei Vescovi rinnova a Lei e a tutta Chiesa in Cina l’augurio di bene nell’auspicio che in futuro i Vescovi provenienti dal Suo nobile Paese possano partecipare ai lavori sinodali. Il Santo Padre Benedetto XVI invia una speciale benedizione a Lei, ai Suoi sacerdoti e fedeli, nonché a tutta l’amata Chiesa in Cina.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un accessorio può fare la differenza? Snob Milano, giovane realtà della provincia di Varese, ne è convinta. E difatti rimpolpa il suo catalogo, già ricco di occhiali da sole e da vista, con le due nuove maschere da moto Café Bubble e Café Flat, ricercate nel design e nei contenuti tecnici.  I punti in comune  Amate […]

L'articolo Snob Milano Café Bubble e Café Flat proviene da RED Live.

Il Wörthersee Meeting, vale a dire il più grande raduno tuning dedicato alle vetture del Gruppo VW, è da sempre una ghiotta occasione per i dipendenti della Casa tedesca per mostrare al mondo delle concept che, spesso, anticipano i modelli destinati a entrare in produzione. Così è avvenuto per la Golf GTI Clubsport. E così […]

L'articolo VW Golf GTI First Decade: la prima volta dell’ibrido proviene da RED Live.

La SUV nipponica si rinnova puntando su di una linea aggressiva e un telaio dalla superiore rigidità torsionale. Confermata la gamma motori che ai benzina 2.0 e 2.5 vede affiancarsi un 2.2 td. Debutta il sistema G-Vectoring Control.

L'articolo Mazda CX-5: a me gli occhi proviene da RED Live.

Compatta, anzi compattissima, e a zero emissioni. La e.Go Life rappresenta ad oggi il progetto più concreto di city car elettrica “indipendente”, vale a dire nata fuori dalla sfera di controllo dei grandi costruttori. Una vettura che fa dell’economia il proprio fiore all’occhiello, dato che in Germania è già ordinabile con prezzi a partire da […]

L'articolo e.Go Life: indipendenza elettrica proviene da RED Live.

Era arrivato il momento… In effetti dalla presentazione del Diablo Scooter sono passati dodici anni: correva l’anno 2005 e ad oggi l’evoluzione dei mezzi è stata incredibile, soprattutto in termini di prestazioni. Per Pirelli si è trattato di un investimento importante che ha dato due frutti che coprono la quasi totalità di tipologie di scooter presenti […]

L'articolo Prova Pirelli Angel e Diablo Rosso scooter proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana