Google+

“Je suis Charlie”? Sincera pietà per le vittime dell’odio ma un cristiano dice: “Io sono Gesù”

gennaio 18, 2015 Pippo Corigliano

«Amate i vostri nemici, fate del bene a quelli che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi trattano male… Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso». Sono parole del Figlio di Dio che ha versato il suo sangue per noi. Su questi princìpi è stata edificata la civiltà europea e occidentale, pur in mezzo a tante manchevolezze.

L’unità di tanti popoli diversi è venuta da qui. Non capiamo la legge del taglione e in questo ci differenziamo dagli altri monoteismi. Non capiamo le reazioni violente e le vendette. Abbiamo sincera pietà per i redattori uccisi del settimanale laicista Charlie Hebdo. Ma dobbiamo anche capire che se l’Europa recide le sue radici è finita. Il laicismo francese, che è all’avanguardia nella cultura sterile di morte, odiatrice di crocifissi, presepi e religioni manifestate, non è la strada da percorrere. Perciò chi desidera essere un cattolico può esprimere sincera solidarietà ma non può dire “Je suis Charlie”.

Il cristiano, malgrado le sue fragilità, dice “Io sono Gesù”. L’identificazione con Cristo è lo spirito del cristiano. Il vero problema del mondo è che i cattolici sono tiepidi e ignoranti del Vangelo. «La vittoria che vince il mondo è la nostra fede», dice san Giovanni nella prima lettera. Fede, preghiera, confessione, eucarestia: questa è la via vera che devo percorrere. Affidarmi allo Spirito Santo. Sapere che Gesù è morto quasi da solo in croce, ma è risorto ed è la luce che vince le tenebre. Sveglia!

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

3 Commenti

  1. cesare scrive:

    ringrazio pippo per la sua puntuale e corretta precisazione

  2. ANTONIO scrive:

    bravo pippo, però a RAI UNO potrai solo parlare di astronauti e MAI di queste cose che ti stanno più a cuore. CAMPAGNA CONTRO IL CANONE RAI E LA DITTATURA DELL’INFORMAZIONE PAGATA COI NOSTRI STESSI SOLDI.

  3. citizengo scrive:

    carissimi, vi ricordo le petizioni online sul sito citizengo per salvaguardare i nostri figli, per fermare le leggi che vorrebbero inserire l’ ideologia gender nell’ educazione scolastica dei nostri figli, fate passaparola:
    http://www.citizengo.org/it/14837-una-sana-educazione-alla-sessualita

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

La piccola di Russelsheim debutta al Salone di Parigi in una nuova versione che strizza l'occhio al mondo dei Suv. Ha un assetto rialzato di 18 mm e un look fuoristradistico

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana