Google+

In questi giorni di Meeting mi chiedo: ma non sarà che stiamo vivendo dentro a un film?

agosto 24, 2012

Se arriverete in fondo a queste righe, vi potreste fare l’opinione che io sia, a dispetto della mia età, solo un ragazzino ingenuo che non ha capito nulla di come vanno le cose. Non posso darvi torto, visto che solo ieri ho scoperto che Babbo Natale non esiste.

Resta però il fatto che non riesco ad abituarmi, in questi giorni di Meeting di Rimini, a quanto il mondo ci abbia in odio.

Il Meeting è uno degli eventi più puliti, aperti e interessanti che esistano in Italia eppure, anche davanti a questa straordinaria positività, si scatena la censura, il travisamento, la menzogna.

Niente di nuovo, direte voi. Sarà, ma a me par di vivere il dramma del film “Mission” dove una evidente realtà di bene viene sacrificata a incomprensibili interessi.

Io non so se sia meglio combattere al massimo delle proprie possibilità o mettersi in processione dietro il Santissimo. Prima di decidere tra spada e ostensorio sarà meglio che comprenda bene quanto sia radicale l’ostilità del mondo alla fede. Magari è la volta buona che cresco anche io e scopro la verità sulla Befana.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

18 Commenti

  1. Gigi scrive:

    Alle ore 19 ho ascoltato una poesia di pascoli con musiche di Chopin , dalle 22 sto ascoltando un concerto roch straordinario. Solo al meeting succede questo!

    • Franco Molon scrive:

      Grazie Gigi per il commento. Hai ragione, al Meeting si incontra il mondo (secondo la larghezza) e si incontra l’uomo (secondo la profondità).

  2. Mappo scrive:

    Caro Molon, per quanto mi atteggi a cinico senza speranza temo di essere anch’io iscritto al tuo medesimo circolo di ragazzini ingenui. Per nostra fortuna sul forum di Tempi ci sono persone come il celebre Pippo Pippa che con i loro interventi carichi di fiele disperato ci aiutano a ricordarci che noi siamo ancora ragazzini ingenui, pronti a commuoverci per un avvenimento come quello del Meeting.
    PS: fra la spada e l’ostensorio non ho ancora deciso.

  3. Enrico scrive:

    Se sapessero che è stato il loro astio a farmi interessare, incurioseire e poi scoprire il Mondo CL…..

  4. per franco scrive:

    Il Papa e’ innamorato di Cl ( e caxxio se lo capisco! ), per me questo e’ quello che conta. Tutto il resto si puo’sistemare 😀

  5. tribute to Thomas More scrive:

    Riflessione profonda.

    Ogni tanto mi sento come Pietro nell’orto degli ulivi che per difendere Gesù mette mano alla spada e taglia l’orecchio al soldato del tempio Malco.

    …Però poi mi ricordo la reazione di Cristo che dice a Pietro di riporre l’arma: ” chi di spada ferisce….”

    E risana l’orecchio di colui che è venuto a portarlo alla morte….

    Come si può non restare esterrefatti ??? Eppure questo ci viene chiesto……….

    • gian scrive:

      dipende con quanta fede si porta l’ostensorio, se il portatore fosse San Padre Pio, San Francesco,San Giovanni Paolo II, ecc. Anzi loro l’ anno fatto. Quante volte siamo dietro a loro ? Mettiamoci dietro Papa Benedetto XVI.

    • Franco Molon scrive:

      E con questo si è detto tutto, qualcuno direbbe :-) La conoscenza del nome Malco mi lascia senza parole. Mi inchino. .-)

  6. gian scrive:

    dipende con quanta fede si porta l’ostensorio, se il portatore fosse San Padre Pio, San Francesco,San Giovanni Paolo II, ecc. Anzi loro l’ hanno fatto. Quante volte siamo dietro a loro ? Mettiamoci dietro Papa Benedetto XVI.

  7. alessandro scrive:

    Si… state vivendo dentro un film, o meglio dentro una palla di vetro…

  8. tribute to Thomas More scrive:

    Ieri ho raccolto un fico nel cortile di mia nonna… Era tutto rovinato e mezzo mangiato dalle vespe …. Eppure si e’ fatto prendere e mangiare: un sapore divino!

    E infatti aveva il sapore di Dio.

    Era solo un umile fico che se ne stava li da solo su un vecchio albero che tiene su un muro diroccato …. Eppure mi ha regalato una bonta’ senza tempo.

    Mia nipote ha detto che le faceva schifo e si e’ bevuta una Coca …. Perche’ quella viene pubblicizzata ovunque …. Ma ho percepito che la beveva quasi come se le fosse imposta dal mondo….

    Gesu’ e’ il mio fico …. Che non chiede nulla se non di offrirsi senza imporre il proprio marchio da tutti i cartelloni del mondo …..

    Grazie

    Ps: le palle di vetro sono quelle in cui il mondo ti rinchiude caro alessandro ….

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

Creata in collaborazione con le lettrici del magazine, la city car di casa Seat debutta sulla passerella del FashFest di Londra. Arriverà all'inizio 2017 nelle versioni a tre o cinque porte con tre motorizzazioni.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana