Google+

In mostra a Palazzo Pitti le opere nate dalle zanne di elefante

luglio 23, 2013 Mariapia Bruno

È un gusto – se si vuole – di nicchia quello per la scultura in avorio, nata da mani che più ferme non si può, da tanta pazienza e operosità, che per circa duecento anni, dalla metà del XVI secolo, fu molto di tendenza e, di conseguenza apprezzata come una delle più sofisticate forme di espressione artistica, nelle corti europee. Anche i più grandi scultori barocchi affrontarono questa tecnica, sia per una sfida personale, che per soddisfare i gusti dei committenti – imperatori, granduchi, principi, prelati, banchieri e papi.

Tornano adesso in auge presso il Museo degli Argenti di Palazzo Pizzi a Firenze queste composizioni nate dalle zanne di elefante, che accolgono il visitatore, grazie alle loro articolate forme e alla loro brillantezza diafana, in una atmosfera fiabesca e delicata. Dal titolo Diafane passioni. Avori barocchi dalle corti europee, la retrospettiva, da pochi giorni inaugurata, rimarrà aperta fino al 3 novembre 2013.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

Creata in collaborazione con le lettrici del magazine, la city car di casa Seat debutta sulla passerella del FashFest di Londra. Arriverà all'inizio 2017 nelle versioni a tre o cinque porte con tre motorizzazioni.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana