Google+

In Italia esiste una legge (non scritta) sulla blasfemia. Non ci credete? Fate una prova

settembre 27, 2012 Franco Molon

Le leggi sulla blasfemia che terrorizzano molti paesi musulmani sono una vergogna, lo sappiamo tutti. O meglio, lo sappiamo noi cattolici, perché a leggere le testate cosiddette laiche non è che si veda tutta questa grande indignazione contro un tale sfregio alla ragione e alla democrazia.

Sarà forse per un’interpretazione un po’ troppo ampia della cultura della legalità. Per certa gente, si sa, la legge viene prima e vale di più della vita.

O non sarà piuttosto perché ormai tutti noi, da decenni, viviamo sotto la dittatura delle leggi anti blasfemia e ci abbiamo fatto il callo?

Esagerazioni? Provate allora a cambiare l’articolo 18, a dire che siete contrari agli omo-matrimoni, che l’aborto è un omicidio, che la vita comincia dal concepimento, che Beppe Grillo sbaglia, che Ingroia farebbe meglio a starsene zitto.

Immediatamente scatteranno contro di voi le sanzioni previste dalla vigente legge anti blasfemia italiana. Insulti, fantocci bruciati, sassi, querele, azioni penali come in una qualsiasi piazza di Islamabad.

Dove c’è un’ideologia che si pretende la verità c’è sempre una legge anti blasfemia, scritta o non scritta.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. carlo ex anonimo scrive:

    Come volevasi dimostrare, caro Molon: su facebook ha rimediato pure una mezza minaccia di morte.
    E vedrà che qualcuno, con un ennesimo nome che spunta dal nulla, scenderà presto nella fossa dei panini a farle un bel predicozzo su come un cristiano debba subire qualsiasi prevaricazione ed ideologia.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana