Google+

In Brianza non ci sono grandi ristoranti? Fesserie. Provate il risotto del Pomiroeu

aprile 28, 2013 Tommaso Farina

Che in Brianza manchino grandi ristoranti è una fesseria detta da chi probabilmente non ci ha mai messo piede. Potremmo indicare almeno 5 o 6 locali d’oro, nel grande quadrilatero compreso tra monte Cornizzolo, canale Villoresi, statale Comasina e fiume Adda. Oggi ci limitiamo a segnalarvene uno: il Pomiroeu a Seregno (Monza e Brianza), che tra l’altro compie venti felicissimi anni di attività a tutta gola. L’ambiente è stato rinnovato: un poco minimale, ma bello e soprattutto con sedie comode. Il servizio è un punto di forza: formale e inappuntabile, ma non formalistico, all’occorrenza pronto alla battuta di spirito e alla socializzazione.

La carta? Ci sono svariati menù disponibili, tra cui uno da pranzo, molto economico (a pranzo pure il coperto passa da 6 a 3 euro). Se volete svariare di giustezza, dopo un appetizer variabile a seconda del momento, potreste trovare un piatto come il croccante di Parmigiano con pomodoro e melanzana, confit battuto di burrata e sorbetto al basilico: introdotto per celebrare la primavera, è un fresco e stuzzicante divertimento gastronomico. Primo piatto? Un qualcosa di musicale: risotto di Carnaroli mantecato alla ricotta di bufala leggermente affumicata con tartare di gamberi rossi, tartufo nero e colatura di alici. Il brianzolissimo risotto qui si veste con panni meridionali, anzi campani, per un risultato di rara, ghiotta perfezione. Proseguimento? Bocconcini di coniglio e animelle fritte con gelato al pomodoro, insalatina di taccole e fagiolini: qui per scelta hanno sempre almeno un piatto di frattaglie, e il cuoco, il mitico Giancarlo Morelli, le valorizza con mano sapiente e idee intelligenti.

Volete chiudere in dolcezza? “Morbido” di mascarpone su crema al caramello, pane al cacao amaro e fragole al Cointreau: un miliardo di calorie per uscire col sorriso. Del servizio abbiamo già detto. I vini? I migliori che possiate trovare. Il conto? Alla carta 90 euro, coi menù anche meno. Unico rimpianto: il parcheggio, non esattamente facile.

Per informazioni
Il Pomiroeu
www.pomiroeu.com
Via Garibaldi, 37 – Seregno (Monza e Brianza)
Tel. 0362237973 – Sempre aperto

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La show car a batteria al debutto al Salone di Parigi può contare su di un motore da 170 cv e un’autonomia di 600 km. È una hatchback compatta disponibile a guida autonoma e anticipa 30 futuri modelli elettrici Volkswagen. Una rivoluzione.

La nuova ammiraglia della Stella è lunga 6,5 metri, pesa oltre 5 tonnellate ed è caratterizzata da una blindatura in grado di resistere sia alle armi d’assalto sia agli esplosivi. Adotta da un V12 6.0 biturbo da 530 cv. Il prezzo? 1,4 milioni di euro.

Una sella road da 63 grammi per dimostrare dove la tecnologia può portare ma anche un modello specifico da endurance, che offre comfort e supporto extra, e uno dedicato ai biker più esigenti.

La concept giapponese anticipa il design dei futuri modelli Mitsubishi. È dotata di un powertrain ibrido plug-in con tre motori elettrici. Una soluzione che porta in dote la trazione integrale a gestione elettronica e un’autonomia di 120 km a zero emissioni.

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana