Google+

Il vetero suonato

luglio 9, 2014 Mario Leone

Eugenio Scalfari ci ricasca. Dopo i nuovi fondamenti di teologia morale (apparsi su Repubblica) nei quali il peccato non esiste, Ignazio di Loyola è stato canonizzato da papa Francesco e i dogmi della Chiesa Cattolica sono opinabili, ecco un nuovo affondo questa volta in campo musicale.

La rubrica è “Il vetro soffiato” dell’Espresso. Titolo: “Se la musica annuncia il futuro”. Una lunga lezione di musicologia. La modernità musicale di Schönberg e Stravinsky e gli sconvolgimenti nel XX secolo. Nel groviglio di un discorso poco chiaro, Scalfari sfoggia la sua confusione in materia musicale.

Ecco alcuni strafalcioni.

“Uno dei due (Schönberg e Stravinsky) era di vent’anni più vecchio dell’altro (chi dei due?) ma il più giovane morì molto prima”. Arnold Schönberg nacque il 13 settembre 1874 e morì il 13 luglio 1951. Igor Stravinsky nacque il 17 giugno 1882 e morì il 6 aprile 1971. Al massimo il secondo passò a miglior vita vent’anni dopo.

Dopo Stravinsky e Schönberg l’Eugenio nazionale cita solo Luigi Nono tra i compositori “geniali”, capaci di sconvolgenti innovazioni. Dimentica però grandi personaggi, quali Berg e Webern, discepoli dello stesso Schönberg e prosecutori del metodo dodecafonico; non considera Poulenc e  Prokof’ev, per citarne alcuni. Luciano Berio, Karlheinz Stockhausen, György Ligeti non sono forse da considerare portatori di importanti innovazioni nel campo musicale?

Nella “fiera dell’inesattezza” non poteva mancare la “Grande fuga di Bach”, attribuita unanimemente a Beethoven e non a Bach. Quest’ultimo ha scritto “L’arte della fuga” e, in verità, di grandi fughe ne ha composte un cospicuo numero. Non dimentica nessuno il Fondatore. Così parlando dell’opera beethoveniana dice che «non tutta è fertile per ispirare il futuro a parte le ultime tre Sonate e i Quartetti». La IX Sinfonia?

Anche Chopin «soprattutto nei Quartetti» guarda al futuro. Peccato che di Quartetti nemmeno l’ombra.

In un susseguirsi di frasi fatte, affermazioni difficilmente argomentabili, si giunge all’amara constatazione che «non bastano due o tre geni per formare la cultura di una generazione». Ancor più, dopo la morte di Claudio Abbado (grande compositore!), che noi tutti rimpiangiamo! Sipario.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un accessorio può fare la differenza? Snob Milano, giovane realtà della provincia di Varese, ne è convinta. E difatti rimpolpa il suo catalogo, già ricco di occhiali da sole e da vista, con le due nuove maschere da moto Café Bubble e Café Flat, ricercate nel design e nei contenuti tecnici.  I punti in comune  Amate […]

L'articolo Snob Milano Café Bubble e Café Flat proviene da RED Live.

Il Wörthersee Meeting, vale a dire il più grande raduno tuning dedicato alle vetture del Gruppo VW, è da sempre una ghiotta occasione per i dipendenti della Casa tedesca per mostrare al mondo delle concept che, spesso, anticipano i modelli destinati a entrare in produzione. Così è avvenuto per la Golf GTI Clubsport. E così […]

L'articolo VW Golf GTI First Decade: la prima volta dell’ibrido proviene da RED Live.

La SUV nipponica si rinnova puntando su di una linea aggressiva e un telaio dalla superiore rigidità torsionale. Confermata la gamma motori che ai benzina 2.0 e 2.5 vede affiancarsi un 2.2 td. Debutta il sistema G-Vectoring Control.

L'articolo Mazda CX-5: a me gli occhi proviene da RED Live.

Compatta, anzi compattissima, e a zero emissioni. La e.Go Life rappresenta ad oggi il progetto più concreto di city car elettrica “indipendente”, vale a dire nata fuori dalla sfera di controllo dei grandi costruttori. Una vettura che fa dell’economia il proprio fiore all’occhiello, dato che in Germania è già ordinabile con prezzi a partire da […]

L'articolo e.Go Life: indipendenza elettrica proviene da RED Live.

Era arrivato il momento… In effetti dalla presentazione del Diablo Scooter sono passati dodici anni: correva l’anno 2005 e ad oggi l’evoluzione dei mezzi è stata incredibile, soprattutto in termini di prestazioni. Per Pirelli si è trattato di un investimento importante che ha dato due frutti che coprono la quasi totalità di tipologie di scooter presenti […]

L'articolo Prova Pirelli Angel e Diablo Rosso scooter proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana