Google+

Il vero tempio del baccalà

settembre 27, 2015 Tommaso Farina

baccala-vicenza-farina

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Il baccalà e lo stoccafisso sono doni di Dio al suo popolo, senza perifrasi. Dal merluzzo salato o essiccato si ottengono piatti che commuoverebbero il calvinista più cinico. Ad esempio, il baccalà mantecato e quello alla vicentina. E qui, tra l’altro, la faccenda si complica: in Veneto, come abbiamo già raccontato altre volte, il baccalà (anzi, bacalà, con una “c” non raddoppiata) è in realtà lo stoccafisso. Il baccalà vicentino e quello veneziano sono dunque elaborazioni del merluzzo secco, e non di quello al sale. Ma a noi non interessa: ci accontentiamo della loro bontà.

Mesi fa, vi avevamo condotto alla trattoria Da Culata, a Montegalda (Vicenza). Oggi andiamo nel paese vicino, Montegaldella, e ci sediamo da Cirillo. Cirillo, tempio del baccalà, nacque nel 1942, proprio nel bel mezzo della guerra. Ma ha resistito a tutte le guerre, a quella fredda e alla minaccia atomica e anche alla guerra del Golfo, e se ne sta lì, col suo ampio parcheggio e la sala piuttosto datata ma bella, con grandi riproduzioni di famosi quadri a tema mangereccio (la Vucciria di Guttuso, per dire) e tavoli decisamente spaziati e spaziosi.

A tavola, una carta dei vini piccola ma buona (c’è pure il vino vicentino), e un menù deliziosamente immutabile. Si parte con l’antipasto: baccalà mantecato e baccalà in insalata. Perfetti. Ciò non toglie che potrete avere anche sarde in saor e salumi locali. Di primo, saranno corposi e ricchi i bigoli col baccalà, dal condimento pastoso e avvolgente. Se siete in due, c’è pure il risotto al baccalà, e i solitari avranno gli spaghetti alla Cirillo (aglio, olio e baccalà) o la pasta e fagioli.

Il piatto forte è un monumentale baccalà alla vicentina con la sua polenta: potente, scolpito, piacevolmente grasso e tradizionale. Ma non demerita nemmeno il baccalà alla barcarola. Più “normali” gli altri piatti. Si chiude coi formaggi (i caprini di Montegalda o il Vezzena d’alpeggio), o con la bavarese di cioccolato bianco e arance. La spesa? Circa 35 euro a testa, molto onesta vero?

Per informazioni
Trattoria Da Cirillo
www.dacirillo.it
Via Lampertico, 13 Montegaldella (Vicenza)
Tel. 0444636025
Chiuso il lunedì


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download