Google+

Il sito archeologico ha 2.600 anni e la Cina lo distruggerà per estrarre il rame

settembre 13, 2012 Leone Grotti

Si trova in Afghanistan, a 30 chilometri da Kabul, si chiama Mes Aynak, è un sito archeologico che ospita un monastero buddista, costruito 2.600 anni fa, insieme a centinaia di tracce delle civiltà che vivevano nella zona nel terzo secolo a.C. E sta per essere distrutto dalla Cina.

IMMENSA MINIERA DI RAME. Mes Aynak, infatti, significa “piccolo pozzo di rame” ma non è affatto piccolo: secondo le stime ospita sottoterra circa 6 milioni di tonnellate di rame. Nel 2007 il governo afghano ha concesso per 30 anni al China Metallurgical Group il diritto di sfruttare la miniera in cambio di 3 miliardi di dollari.

PERICOLO DISTRUZIONE. La Cina non è rinomata per l’attenzione al patrimonio artistico-culturale dei paesi in cui investe ed è abituata alla distruzione della storia, visto che durante la Rivoluzione Culturale solo a Pechino oltre il 99 per cento delle centinaia di templi buddisti sono stati rasi al suolo. La compagnia ha annunciato che chiuderà il sito e comincerà a scavare a dicembre e gli archeologi, che solo tra maggio 2010 e luglio 2011 hanno trovato ben 400 reperti, tra cui 200 statue di Buddha e un complesso monasteriale di 100 acri, stanno facendo una corsa contro il tempo per evitarne la distruzione.

«CINA DISTRUGGERÀ I MONASTERI». Secondo il docente universitario ed esperto Brent Huffman, che ha realizzato un documentario sul sito, «la compagnia cinese per estrarre il rame sarà costretta a distruggere tutta l’area e i monasteri». Per studiare il sito a fondo e recuperare tutti i reperti storici, ha aggiunto, servirebbero 35 anni. Ma la Cina non può certo aspettare.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

È un dato di fatto: la mobilità a pedalata assistita è in costante crescita. A confermarlo sono i numeri: nel 2016 in Italia sono state acquistate 124.400 e-bike, prentemente mountain bike, con un incremento del 120% rispetto allo scorso anno. In sella alla bici elettrica il divertimento raddoppia, potendo contare sull’aiuto che il motore è […]

L'articolo EICMA 2017, le e-bike scendono in pista proviene da RED Live.

COSA: FLOW, la festa dello sport a Finale dura 10 giorni  DOVE E QUANDO: Finale Ligure, Savona, 22 settembre-1° ottobre Dal climbing alla mountain bike passando per il trail running, la speleologia e la barca a vela: si presenta gustoso il programma dell’8ª edizione del festival FLOW – Finale Ligure Outdoor Week. Dal 22 settembre al […]

L'articolo RED Weekend 22-24 settembre, idee per muoversi proviene da RED Live.

Non è una vettura qualsiasi. La nuova XC40, per Volvo, è la chiave della svolta. Il modello sulle cui spalle poggia la responsabilità di far compiere alla Casa svedese un vero e proprio balzo generazionale, aprendole le porte del segmento delle SUV compatte. Una vettura fondamentale nel processo di rilancio messo in atto dalla cinese […]

L'articolo Vista e toccata: Volvo XC40 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana