Google+

Il sadomasochismo è entrato nella fascia grigia. E la schiavitù ci lascia indifferenti

agosto 30, 2012

In questi tempi in cui le sfumature di grigio non si contano ha trovato facilmente spazio sui giornali la notizia di una coppia padovana che aveva stipulato un patto di schiavitù consensuale. Lui faceva il padrone, lei la schiava. Le cose sono andate bene fino al divorzio, è stato lì, davanti al giudice, che è saltata fuori la scrittura privata che dettagliava le condizioni dell’accordo.

Ho letto di questo episodio su diverse testate e la cosa che più mi ha sorpreso è stata, ovunque, la totale assenza di qualsiasi valutazione, nemmeno una battuta di spirito. I nostri giornalisti che non perdono mai occasione di farci sapere come la pensano su Monti, Berlusconi, Formigoni, Cl, la trattativa Stato-mafia in questo caso sembrano aver avuto un sussulto di obiettività: pura rendicontazione dei fatti, nessun giudizio.

Segno di professionalità giornalistica? Non scherziamo. È solo che il sado-masochismo è appena entrato, appunto, nella fascia grigia. Non si può più chiamarlo perversione, non si può ancora considerarlo normalità. Ancora qualche tempo e anche questo problema sarà risolto.

Io, che sono un paesanotto che capisce solo di blu, penso che nessuno abbia diritto di vendersi come schiavo, nemmeno della mentalità comune.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

7 Commenti

  1. Tribute to Thomas More scrive:

    Caro Molon,

    A me piace MI piace fare sesso vestito da Batman e ho stipulato un contratto con una BATwoman però mi dicono che il contratto di BATtonage è illegale….

    Non lo trova terribilmente discriminatorio??

    suo inquieto 74

  2. Tribute to TM scrive:

    Io pensavo invece di ricorrere alla corte europea dei diritti dell’ uomo ( naturalmente senza completare l’iter giurisdizionale italiano …. Come va di moda ora!!!).

    Magistrati di tutto il mOndo unitevi !!!

    Mandi

  3. Tribute to TM scrive:

    Vabbeh…da oggi in poi direi che brucaliffo è il nick ufficiale del Molon!

    😉

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

La sfida che attende la nuova Seat Arona, al debutto tra le SUV compatte, ricorda quella di Kung Fu Panda contro le “Leggende Leggendarie”. Una outsider dalle dimensioni contenute, agile, scattante e con tante frecce al proprio arco che affronta senza alcun timore reverenziale i “mostri sacri” della categoria. Forte di una vitalità, sia estetica […]

L'articolo Prova Seat Arona proviene da RED Live.

Sino a pochi anni fa parlare di auto a guida autonoma era credibile quanto prevedere lo sbarco degli alieni sulla Terra o aderire alla religione dei pastafariani che, per inciso, credono in un creatore sovrannaturale somigliante agli spaghetti con le polpette. Questo almeno sino a ieri, dato che oggi, con l’immissione sul mercato delle prime […]

L'articolo Guida autonoma: quanto ne sai? proviene da RED Live.

Ennesimo capitolo della Saga Monster, l’821 2018 si adegua all’Euro4 ed eredita le peculiarità stilistiche della sorella maggiore 1200. Più snello e slanciato torna all’essenzialità originale del primo Monster

L'articolo Ducati Monster 821 my 2018, come eravamo proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download