Google+

Il risveglio dell’Italia

febbraio 2, 2011 Mariapia Bruno

Apre i battenti il prossimo 13 febbraio al Museo d’Arte della città di Ravenna (Mar), la retrospettiva intitolata “L’Italia s’è desta: 1945-1953. Arte italiana del secondo dopoguerra, da De Chirico a Guttuso, da Fontana a Burri”. Si tratta di una bella pagina di storia dell’arte italiana che ci racconta lo sbocciare dei nuovi fermenti espressivi nel periodo che va dalla fine della seconda guerra mondiale al ’53, l’anno in cui venne organizzata, prima alla galleria Nazionale di Arte Moderna Roma, poi al Palazzo Reale di Milano, una grande mostra dedicata a Picasso, considerato già all’epoca uno dei più importanti – se non il maggiore – artista del Novecento che con la propria arte aveva influito sulle scelte pittoriche degli artisti italiani attivi negli anni Cinquanta, infatuati dal modello Neocubista della sua Guernica.

 

In mostra le opere degli artisti che in quegli otto anni, tra dibattiti culturali, nuovi gruppi e movimenti, hanno dato il loro contributo al decisivo rinnovamento dell’arte nel nostro paese. In quegli anni nascevano, infatti, la “Fondazione Origine” (1949) in ambito romano con Ballocco, Burri, Capogrossi, “il Gruppo dell’Astrattismo Classico” (1950) a Firenze con alla guida Berti e Nativi, lo “Spazialismo” (1947) di Fontana e il “MAC Movimento Arte Concreta” (1950) a Milano e il “Gruppo degli Otto” (con Afro, Birolli, Corpora, Moreni, Morlotti, Santomaso, Turcato e Vedova) che professava la formula dell’Astratto Concreto.
Protagonisti dell’evento, oltre ai sopracitati, anche coloro che, attivi nella prima metà del secolo, hanno lasciato il loro ultimo contributo in quegli anni, come Morandi, De Pisis, Balla, Carrà, Casorati, De Chirico, Martini, Marini e Manzù. Ampio spazio viene dato anche a personaggi come Carol Rama, Luigi Spazzapan, Antonio Zoran Music, Tancredi, e altri giovani bolognesi come Romiti, Bendini, Vacchi, che hanno portato avanti ricerche personalissime che non possono essere ascritte al “credo” di nessun gruppo ufficiale. E’ dunque un panoramica complessiva quella offerta da questa ricca mostra che, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e dal Museo d’Arte della città, rimarrà aperta fino al 26 giugno 2011.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download