Google+

«Il regime si vendica di Chen Guangcheng»: perseguitato e poi condannato a tre anni il nipote

novembre 30, 2012 Leone Grotti

 Chen Kegui, nipote dell’attivista cieco Chen Guangcheng che ha denunciato in tutto il mondo lo scandalo degli aborti e sterilizzazioni forzate in Cina, è stato condannato oggi a tre anni e tre mesi di prigione per aver ferito con un coltello agenti del governo comunista cinese. Quello che il tribunale ha condannato come “assalto” è avvenuto lo scorso 26 aprile: quando gli agenti hanno fatto irruzione in casa sua sfondando la porta e spaccando i mobili per ottenere informazioni sulla fuga dello zio e attivista Chen Guangcheng, Kegui si è difeso con un coltello e ha ferito un agente. Chen Guangcheng per aver difeso le vittime degli aborti forzati è stato rinchiuso in prigione per più di quattro anni ed è stato segregato in casa e pestato a sangue per oltre due anni fino a quando non è riuscito a raggiungere l’ambasciata americana e a rifugiarsi negli Stati Uniti.

«VENDETTA DEL GOVERNO CINESE». Il padre di Chen Kegui, Chen Guangfu, a suo tempo torturato dal regime, è stato avvisato solo nella tarda mattinata di oggi che il processo sarebbe cominciato alle 2 del pomeriggio. I funzionari comunisti hanno impedito a lui e alla sua famiglia di assistere in aula. I familiari hanno cercato di pagare un avvocato per difendere Kegui, ma sono stati bloccati dal tribunale che ha deciso di assegnarne uno di ufficio. «Mio figlio è innocente – ha dichiarato Guangfu – tre anni e tre mesi sono troppi per lui. Questa è solo una vendetta del governo per la fuga di Chen Guangcheng. Condannano mio figlio per colpire mio fratello».

«LAVAGGIO DEL CERVELLO». Chen Guangcheng ha sempre detto di temere che il partito comunista cinese volesse fargliela pagare attaccando i suoi familiari rimasti in Cina. Pechino, dopo avere approvato il periodo di riposo di Guangcheng negli Usa, a suo tempo aveva promesso che non ci sarebbe stata nessuna vendetta. Chen Kegui si trova invece in prigione già da sette mesi, arrestato inizialmente per tentato omicidio, in ottobre le accuse contro di lui sono state derubricate. Secondo quanto dichiarato dal famoso attivista cinese Hu Jia al Washington Post, «Chen Kegui avrebbe detto durante il processo che non ricorrerà in appello. Se è vero, è sorprendente. Nessuna persona normale avrebbe potuto dire una cosa del genere. È chiaro che o gli hanno fatto il lavaggio del cervello oppure gli hanno fatto pressioni enormi».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana