Google+

Il post-impressionismo francese di Henri de Toulouse-Lautrec ha trovato casa

aprile 16, 2012 Mariapia Bruno

Quello che a prima vista potrebbe sembrare un classico e pittoresco comune francese, ubicato nella regione del Midi Pirenei, in realtà si appresta a divenire un punto di richiamo per tutti gli appassionati di arte contemporanea: si tratta della cittadina di Albi, anticamente nota come Albiga, nel cui cuore è stato appena inaugurato il nuovo Museo Toulouse-Lautrec. Ci sono voluti dieci anni di lavori per trasformare quel luogo unico del Palazzo della Berbie – una imponente fortezza del XIII° secolo, residenza dei vescovi di Albi fino al 1905 e attualmente uno dei principali monumenti della residenza episcopale di Albi – nel contenitore perfetto per ospitare, accanto alle oltre mille opere tra dipinti, disegni e manifesti contemporanei, la più grande collezione al mondo dedicata a Henri de Toulouse-Lautrec, il famosissimo pittore francese post-impressionista che proprio ad Albi vide i natali nel 1864.
Percorrendo le sale di questo nuovissimo spazio espositivo è allora possibile respirare quell’aria di fine ottocento di cui T-Lautrec, come era solito firmarsi, ha impregnato le sue opere. Tra queste spiccano il manifesto Ambassadeur Aristide Bruant dans son cabaret del 1892, il dipinto Au salon de la rue des Moulins del 1894 dove la provocazione – le sei signore in attesa di clienti in quello che non è altro che un lupanare aristocratico dell’epoca – è camuffata da una eleganza di pose e colori, e il ritratto La modiste (1900), che l’artista firma un anno prima della sua morte, considerato una delle sue migliori creazioni. Da quest’opera traspare il forte interesse di Lautrec per la resa psicologica del soggetto e a tal proposito Paul Leclercq ha affermato: «A Lautrec piaceva far emergere la personalità di ogni individuo; lo interessavano e lo divertivano la freschezza e l’ingenuità delle piccole menti capaci di vedere con schiettezza. La compagna occasionale di uno dei suoi amici fu a lungo una delle migliori sue amiche. Si trattava di una giovane modista dalla sontuosa capigliatura bionda, con un viso sottile da vivace scoiattolo».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

Al Motor Bike Expo di Verona, dal 18 al 21 gennaio, Metzeler si presenta con una limited edition del suo pneumatico più custom: si chiama Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall

L'articolo Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall: più colore al custom proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download