Google+

Il maiale blu con i guantoni da boxe che ha fatto la fortuna di Mohamed Kahouadij. Intervista al pittore francese

agosto 26, 2013 Mariapia Bruno

Per l’artista francese Mohamed Kahouadij tutto è cominciato dipingendo un maiale blu con i guantoni, da lí gli animali colorati  che caratterizzano le sue opere si sono moltiplicati e, osservati uno dopo l’altro, sembrano quasi prendere vita, come in una sorta di zoo digitale.

Mohamed, tu pero’ non sei solo pittore di animali, anche se questi pare siano il tuo tratto distintivo…

Sono un pittore e uno scultore autodidatta, oltre che un chirurgo maxillo facciale. Ho cominciato a rappresentare gli animali da quattro anni, quando dipinsi un maiale blu con i guantoni da boxe. Era il periodo dello scandalo alimentare dell’influenza suina e mi resi conto che proprio in quel momento l’arte animale avrebbe potuto suscitare attenzione. Da lí in poi non ho più smesso.

In una intervista al magazine Libération hai detto che hai voluto rivisitare, attraverso le tue opere, il ritratto degli animali in modo contemporaneo…

Si, nella pittura l’arte animale occupa, la maggior parte delle volte, un posto marginale, secondario rispetto al livello di significato principale dell’opera. Io ho voluto invece “opacizzare” il significato primario e prendere la cosa in contropiede, per evitare anche di cadere in un simbolismo troppo banale.

Le tue opere sono caratterizzata da contrasti cromatici vivaci, c’è una forte dominanza dei toni “solari”, i rossi, i gialli accesi. Come decidi gli accostamenti?

Direttamente sulla tela. Una volta messo il primo colore, gli altri lo seguono passo dopo passo. E’ un lavoro molto istintivo che necessita di molti aggiustamenti. Il colore e il contrasto sono soprattutto una ricerca di equilibrio, come se si cercasse per tutto il tempo di camminare sulle uova.

Quali sono i tuoi prossimi programmi espositivi?

Durante la FIAC (la Fiera Internazionale d’Arte Contemporanea ndr), sono stato selezionato per esporre una scultura in acciaio 140cmx140cmx60cm alla YIA ArtFair dal 23 al 27 Ottobre 2013 : http://yia-artfair.com/fr/artistes/oeuvres/765/mohamed-kahouadji
Nel giugno 2014 inaugurerò poi una grande mostra personale presso la Galleria Detais a Parigi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Grazie alla partnership con l'azienda di Asolo, l'airbag per motociclisti entra nella collezione BMW Motorrad. Ci sono proposte di vari colori, per uomo e donna.

Gli atleti dello scatto fisso saranno a Milano, il 1 ottobre, per giocarsi la vittoria finale del Red Hook, il criterium più ardito del mondo.

La coupé nipponica, attesa al debutto nel 2018, condividerà con la futura spider BMW Z5 pianale e materiali compositi. Potrebbe adottare un powertrain ibrido o, in alternativa, un V6 biturbo benzina da almeno 400 cv.

È la prima auto elettrica solare al mondo destinata alla produzione in serie. Debutterà nel 2018 con prezzi da 12.000 euro, un’autonomia massima di 250 km e un sistema di purificazione dell’aria mediante licheni.

Questa concept esposta a Parigi apre la via alle elettriche Mercedes di domani. Le parole d'ordine sono connettività, guida autonoma, condivisione ed elettricità

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana