Google+

Il condannato è De Benedetti e Repubblica torna sobria e garantista

luglio 19, 2016 Redazione

Franco e Carlo De Benedetti, quest’ultimo proprietario del Gruppo Espresso, sono stati condannati in primo grado a 5 anni e due mesi per lesioni ed omicidio colposi nel processo per le morti di amianto fra gli ex operai Olivetti. La sentenza non è definitiva, trattandosi del processo di primo grado. Forse per la prima volta Repubblica, dovendo trattare del suo proprietario, ha deciso di tenere una linea sobria e garantista, come si dovrebbe sempre fare. Scrive il Foglio:

«Ne abbiamo visti a frotte, di processi e condanne in primo grado poi svaporati. Però, in base al famoso “metodo Repubblica” per la cronaca giudiziaria, ci saremmo aspettati ieri, e ci aspetteremmo per giorni interi, titoli di fuoco, editoriali intinti nell’esecrazione, feroci applausi alla giustizia finalmente compiuta (sempre in primo grado: ricordarlo). Ovvero ci si aspetterebbe ciò che il quotidiano di Casa De Benedetti, e poi tanti su0i epigoni minori, hanno fatto per decenni per ogni caso di cronaca sul quale poter spalmare la propria indignazione un tanto al chilo, soprattutto ogni volta che di mezzo ci fosse un nemico politico, o anche magari editoriale».

Sarebbe ora, conclude il Foglio, che «il “metodo Repubblica” andasse in pensione per tutti, e una volta per tutte». Non a intermittenza:

«Come è capitato per l’ultimo “scooppone” dell’Espresso, settimanale della ditta, che a lungo ci raccontò le “grandi evasioni ed elusioni fiscali”, “moralmente deplorevoli”, dei Panama Papers. Tranne poi trovare nelle liste di proscrizione da pubblicare il nome di Rodolfo De Benedetti. Cosicché, a poco a poco, il “più grande scandalo finanziario di tutti i tempi” s’è sgonfiato. Questioni di metodo».

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. gelsomina scrive:

    legalità, onestà, bla bla bla , onestà, legalità, bla bla bla

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana