Google+

I templi cubici di Anthony James

gennaio 2, 2012 Mariapia Bruno

Precisione tecnica, ripetitività e spettacolarità. Sono queste le caratteristiche principali delle opere di Anthony James, giovane artista anglo-americano che trionfa per la prima volta in Italia con la mostra “Consciousness and Portraits of Sacrifice“. Si tratta di due istallazioni, due light box trasparenti, dove eleganza formale e concettuale si fondono invadendo gli spazi della Brand New Gallery di Milano.


I due cubi luminosi racchiudono un mondo di intricate foreste vergini di legno betulla, moltiplicate all’infinito grazie a una serie di specchi sapientemente posizionati a disorientare lo sguardo dello spettatore che viene risucchiato in uno spazio distante e colmo di riflessi. Sono opere contemporanee e minimaliste, che celando al proprio interno le reliquie, ovvero i pezzi di legno, diventano una sorta di tempio che custodisce nuove linfe vitali. Dal 12 gennaio al 23 febbraio 2012. 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un capo senza tempo, sinonimo di avventura e libertà. La sahariana di Hevik è proposta in versione uomo e donna, con la possibilità di alloggiare protezioni CE

Che controlli effettuare prima della partenza per le vacanze? Ecco una serie di semplici precauzioni per viaggiare senza rischi e preoccupazioni.

Il restyling per il Model Year 2015 della Focus più sportiva porta in dote anche un inedito 4 cilindri 2.0 TDCi da 185 cv. Promette prestazioni e carattere da vera sportiva con consumi da city car. Sarà vero? L’abbiamo provata

A Koblenz tecnologia e design vanno di pari passo: questa volta gli ingegneri tedeschi hanno lanciato una nuova sfida , dando vita alla Canyon Urban 7.0 e alla top di gamma Commuter 7.0, city-bike di tendenza e dallo stile innovativo

La supercar spagnola adotta motori AMG o Lamborghini con potenze di 888 o 600 cv. Alla monoscocca in carbonio si abbinano sospensioni push-rod.

Speciale Nuovo San Gerardo