Google+

I templi cubici di Anthony James

gennaio 2, 2012 Mariapia Bruno

Precisione tecnica, ripetitività e spettacolarità. Sono queste le caratteristiche principali delle opere di Anthony James, giovane artista anglo-americano che trionfa per la prima volta in Italia con la mostra “Consciousness and Portraits of Sacrifice“. Si tratta di due istallazioni, due light box trasparenti, dove eleganza formale e concettuale si fondono invadendo gli spazi della Brand New Gallery di Milano.


I due cubi luminosi racchiudono un mondo di intricate foreste vergini di legno betulla, moltiplicate all’infinito grazie a una serie di specchi sapientemente posizionati a disorientare lo sguardo dello spettatore che viene risucchiato in uno spazio distante e colmo di riflessi. Sono opere contemporanee e minimaliste, che celando al proprio interno le reliquie, ovvero i pezzi di legno, diventano una sorta di tempio che custodisce nuove linfe vitali. Dal 12 gennaio al 23 febbraio 2012. 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

Commenti Facebook

L’Osservatore Romano

L'Osservatore Romano

Tempi Motori – a cura di Red Live

La monovolume francese cambia pelle, ispirandosi alla concept Initiale Paris e trasformandosi in crossover. Prezzi da 32.900 euro e dotazioni complete. La capacità di carico, però, è inferiore al passato.

Dopo due anni, le bici con la "K" tornano sulle strade del Giro d’Italia. Ad affrontare la Corsa Rosa, con i colori del team Androni, sarà il modello di punta del marchio lombardo, in versione Team

Il Porsche Club of America festeggia 60 anni “regalandosi” un’edizione limitata dell’elitaria coupé 911 GTS. Il boxer 3.8 eroga 430 cv, mentre in abitacolo dominano Alcantara e carbonio.

L’albero di trasmissione? Destinato alla pensione. Le nuove Audi A4 e TTQ adotteranno la trazione integrale a gestione elettrica anziché meccanica grazie all’abbinamento di un motore tradizionale a due unità a zero emissioni.

Evoluzione continua per la maxi enduro di Monaco: la R 1200 GS si aggiorna nel motore e aggiunge ancora un po’ di elettronica

Speciale Nuovo San Gerardo