Google+

I guardiani della galassia: una compagnia che come noi tenta di salvare il mondo

novembre 16, 2014 Annalisa Teggi

i-guardiani-della-galassia

«Vinca tua guardia i movimenti umani» (Paradiso, canto XXXIII)

Sono contenta di aver portato i figli a vedere il film I guardiani della galassia. Per un paio d’ore tutta la nostra famiglia si è fiondata in un mondo immaginario e la morale che ne ho ricavato è che certe belle compagnie si formano semplicemente perché la vita ti fa sbattere contro certe persone; e che di queste belle compagnie fanno solitamente parte individui incompatibili tra loro, e assurdi ciascuno a modo suo.

Avviso di spoiler: sto per sintetizzare la trama. Un procione geneticamente modificato, un albero umanoide, un’assassina di carnagione verde, un umano fissato con una musicassetta degli anni Ottanta e un carcerato nerboruto s’avventurano in un’impresa comune, che li vede uniti a dispetto del fatto che ciascuno odia o detesta o semplicemente tollera a fatica gli altri membri. Inutile dire che c’è un cattivo, anzi due: il titano Thanos e il perfido Ronan, le cui mire implicano distruzione e devastazione nella galassia. Essendoci in ballo la sopravvivenza, i cinque improbabili personaggi fanno causa comune e ciascuno, inoltre, porta in cuore un suo personale dolore; si trovano a custodire l’elemento da cui dipende la salvezza o la distruzione di tutto, la Gemma dell’Infinito – qualcosa di immensamente più potente delle forze di ognuno di loro.

Come in ogni sano film d’azione, la fanno da padrone le scene di scontri e combattimenti. In quello decisivo, l’intera compagnia viene salvata grazie al sacrificio di Groot, l’albero umanoide che, abbracciandoli con i suoi rami e radici, li proteggerà. Muore, ma non muore, perché da un suo ramo nascerà una nuova pianta. Infine, la gemma preziosa resta in mano a Peter, l’unico umano dei cinque, ma per sconfiggere definitivamente Ronan è necessario che tutta la compagnia aiuti Peter a sostenere la potenza contenuta nella gemma.

Mi scuso se ho rovinato la sorpresa a qualcuno; spero di incentivare qualcun altro ad andare a vederlo. Perché? Perché questo è il genere di storie che mi piace, ci sono tutte le cose che mi aspetto di trovare in un racconto fantastico: l’assurdità, l’amicizia, il sacrificio, le imprese impossibili e più di tutto la fiducia data a persone imperfette per compiere grandi cose. Per questo, sono altrettanto contenta che mia madre fin da piccola mi abbia portato a Messa. Non che sempre ne fossi entusiasta, ma pian piano ho cominciato ad ascoltare la storia che si celebrava sull’altare: le vicende di una strana compagnia umana fatta di persone improbabili, come usurai, prostitute, pescatori, soldati e uomini di lettere. Non sempre andavano d’accordo tra loro, alcuni addirittura si detestavano, ma rimasero stretti attorno a Uno che, alla fine, li abbracciò col legno della sua croce per salvar loro la vita. Morì, ma non morì; resuscitò.

E da quel momento la gemma del suo Bene Infinito venne affidata a un uomo, Pietro, che si trovò tra le mani qualcosa di immensamente più grande di sé. A sostenerlo, rimase e rimane il resto di quella sconclusionata ma simpatica compagnia; guardiani anch’essi, non padroni. Anche qui c’è tutto quello che cerco in una storia entusiasmante, e in più – essendo vera – ne posso far parte anch’io con tutte le mie assurdità, compresi dolori e ferite che segnano il cuore.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.