Google+

I 2 soliti idioti dicono ca… e fig… «Ma sono più volgari i parcheggi in doppia fila»

dicembre 19, 2012 Correttore di Bozze

IDIOTI. Due idioti moltiplicati per cinquecento sale. «Potevate fare un applauso e non avete mica riso tanto. E invece sapeste alla proiezione con i ragazzi che trionfo» esordisce Francesco Mandelli accompagnato dal collega Fabrizio Biggio, subito dopo la presentazione alla stampa di I 2 soliti idioti (che esce domani).
Arianna Finos alla proiezione per la stampa de I 2 soliti idioti, la Repubblica

CA E FIG. L’impressione è che il duo (I soliti idioti, ndr), reduce dall’incasso di 11 milioni di euro dell’anno scorso e dal successo televisivo (Mtv) e internettiano, abbia perfettamente il polso del suo pubblico di riferimento. E infatti lo mette in scena: nel film i due «tabozzi» milanesi, con le rispettive fidanzate, commentano in diretta le vicende narrate con un vocabolario ristrettissimo, da «ca.. fig..» a «porco dighel».
Arianna Finos alla proiezione per la stampa de I 2 soliti idioti, la Repubblica

IL SENSO DELLA FIG. Un profluvio di parolacce, una teoria di gag demenziali e scatologiche. «Il politicamente corretto non esiste – attacca Biggio – la parolaccia non è gratuita ma ha un senso».
Arianna Finos alla proiezione per la stampa de I 2 soliti idioti, la Repubblica

UNA PREDICHETTA NON SI NEGA A NESSUNO. E Mandelli: «I nostri personaggi esprimono la volgarità diffusa nella società, la parolaccia ne è solo il simbolo, è come l’arma dei videogiochi. Le cose davvero volgari sono le scorciatoie, i parcheggi in doppia fila».
Arianna Finos alla proiezione per la stampa de I 2 soliti idioti, la Repubblica

A MINÌ, CAZZO TE TAJI ’A CURTURA? Il più agguerrito è il produttore Pietro Valsecchi: «“Ca…” è la parola più usata dagli italiani, ci si deve indignare invece per i tagli alla cultura. Questi ragazzi sono giullari che fanno un cinema immediato, scritto da giovani per i giovani».
Arianna Finos alla proiezione per la stampa de I 2 soliti idioti, la Repubblica

CUTSO E FYGA. (Pietro Valsecchi, produttore de I 2 soliti idioti, ndr) annuncia, non senza ironia, un progetto su «i soliti idioti italoamericani a New York. Alcuni semiologi stanno lavorando per tradurre le loro espressioni in inglese».
Arianna Finos alla proiezione per la stampa de I 2 soliti idioti, la Repubblica

NORMALIZZAZIONE. Forse Benigni può essere la svolta per una nuova Rai. «Noi stiamo facendo uno sforzo per rendere non speciale ma normale l’azienda. Migliorandola continuamente», dice Gubitosi.
Goffredo De Marchis commenta con il dg Rai Luigi Gubitosi il successo dello show di Roberto Benigni sulla Costituzione, la Repubblica

IL PIÙ BEL CODICE DELLA STRADA DEL MONDO. Col comico toscano, che non aveva una sua serata dal 2007, non si è ancora parlato di un bis «ma perché no? Una cosa è sicura: non passeranno altri cinque anni prima che torni con un suo show».
Goffredo De Marchis commenta con il dg Rai Luigi Gubitosi il successo dello show di Roberto Benigni sulla Costituzione, la Repubblica

CON LA Q MAIUSCOLA. Per il direttore generale Benigni «(…) ha parlato della politica con la P maiuscola. Ha dimostrato una cultura enorme».
Goffredo De Marchis commenta con il dg Rai Luigi Gubitosi il successo dello show di Roberto Benigni sulla Costituzione, la Repubblica

IL LATO ROMANTICO DELL’ART. 43 COMMA D. (Benigni, ndr) ha studiato tantissimo. Alla fine lui era commosso. Io, emozionato.
Luigi Gubitosi, dg Rai, commenta il successo dello show di Roberto Benigni sulla Costituzione, la Repubblica

SERIE IN TANGA. Rivedremo i trend, diremo addio alle serie in costume per concentrarci sulla contemporaneità.
Luigi Gubitosi, dg Rai, annuncia la “svolta” di viale Mazzini dopo il successo dello show di Roberto Benigni sulla Costituzione, la Repubblica

UN PO’ DI CA E UN PO’ DI FIG. Temi di oggi, per attirare maggiormente i giovani.
Luigi Gubitosi, dg Rai, annuncia la “svolta” di viale Mazzini dopo il successo dello show di Roberto Benigni sulla Costituzione, la Repubblica

VERI COME OSCAR GIANNETTO. Significa che la logora formula del talk show può essere superata? «Non devono necessariamente sparire. Devono modificare la loro natura, introdurre una verifica di accuratezza delle dichiarazioni, eliminare il fastidio delle urla, degli slogan lanciati a casaccio. Il dibattito delle primarie ha funzionato perché, senza insulti, si sono trattati tutti i temi e temi veri».
Goffredo De Marchis commenta con il dg Rai Luigi Gubitosi il successo dello show di Roberto Benigni sulla Costituzione, la Repubblica

IL PARCHEGGIO PIÙ BELLO DEL MONDO. Il canone è una tassa e come tutte le tasse va pagata. (…) Se il sindaco della mia città non mi piace, il parcheggio lo devo pagare lo stesso.
Luigi Gubitosi, dg Rai, la Repubblica

TUTTE LE DONNE DEL PRESIDENTE. Martin Scorsese realizzerà un documentario sull’ex presidente americano Bill Clinton.
La Repubblica

VIETATO AI MINORI. Entusiasta Clinton: «Sono lieto che Scorsese e Hbo abbiano deciso di realizzare questo documentario – ha spiegato – Non vedo l’ora di condividere il mio punto di vista sugli anni alla Casa Bianca».
La Repubblica

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana