Google+

Ho scritto al Presidente Napolitano per il suo commento al suicidio di Monicelli

gennaio 10, 2012 Rodolfo Casadei

Ecco il testo che ho inviato oggi via e-mail al Quirinale:

Il grado di libertà dell’atto di volontà con cui una persona si dà la morte non è misurabile, a meno che questa persona non sopravviva al suo gesto e si possa analizzare la situazione a posteriori. Ma se ciò non avviene, se l’atto suicida riesce, nessuno può arrogarsi il diritto di interpretare quel gesto: su quale base, se lui non era nemmeno presente al momento del dramma? Sarebbe meglio, molto meglio tacere. E se proprio si vuole parlare, sarebbe più opportuno porre domande sulla solitudine in cui quella persona è stata lasciata. La struttura sanitaria in cui era ricoverato esce assolta da quello che è accaduto? Pertanto, le parole del Presidente della Repubblica sono suonate come una giustificazione del suicidio e una assoluzione a priori di eventuali manchevolezze della struttura sanitaria.

 

Non posso rispettare l’azione compiuta da Monicelli, e non posso condividere la posizione di chi, come il Presidente della Repubblica, invoca tale rispetto, perché non credo affatto che il suo sia stato un gesto libero. Credo che una presenza affettuosa al suo fianco avrebbe potuto prevenire quel gesto. E anche perché tale rispetto può essere interpretato come giustificazione, e perciò come incoraggiamento al suicidio nei riguardi delle persone che si trovano in condizioni di difficoltà e di dolore. Il messaggio che dobbiamo mandare a tutte queste persone è la vicinanza, la solidarietà, la fraternità e il senso del nostro apprezzamento per la loro vita e la loro persona come cose preziose. Non un astratto rispetto che di fatto sminuisce il valore della vita umana.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. Excellent post. I was checking constantly this blog and I am impressed! Extremely useful information specifically the final part :) I maintain such info much. I was looking for this certain information for a long time. Thank you and good luck.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La seconda generazione della berlina ibrida plug-in nipponica percorre 100 km con un litro di benzina e sino a 50 km in modalità elettrica complice la ricarica solare al tetto. Confermato il powertrain ibrido da 122 cv. La batteria si ricarica in poco più di 3 ore.

Il design richiama elementi cari sia alle sportive BMW sia alle vetture maggiormente votate all’off road. La concept bavarese anticipa una nuova SUV coupé derivata da X1 che entrerà in produzione nel corso del 2017.

Ecco le nostre proposte per un fine settimana a pedali, a motore ma non solo. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

In casa Nissan si volta pagina: la Micra attuale va in pensione e lascia spazio a un nuovo modello molto più filante e sportivo che debutta a Parigi. Tre i motori a catalogo, due a benzina e uno diesel.

La nuova generazione della media sportiva nipponica può contare su di un’estetica estrema, degna di un tuner. Confermata la trazione anteriore, mentre il 2.0 turbo benzina potrebbe passare da 310 a 330 cv. Nelle concessionarie nella seconda metà del 2017.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana