Google+

Hassan Hajjaj, un fotografo tra odalische e scarpe Nike

aprile 20, 2012 Mariapia Bruno

Strizza l’occhio sotto il velo la misteriosa ragazza ritratta da Hassan Hajjaj, come a volerci raccomandare il fotografo marocchino che l’ha immortalata catturandone in un solo istante l’energia, il temperamento e il carattere vivace. Come lei altri numerosi personaggi invadono lo spazio fotografico del Superstudio Più di Milano che, in occasione del MIA Milan Image Art Fair e con la Galleria OltreDimore, presenta un focus su colui che è stato soprannominato l’Andy Warhol di Marrakech (Dal 4 al 6 maggio 2012). Padre di quelle immagini colorate che ci raccontano la cultura nordafricana del suk, ossia il mercato marocchino – quello spazio che, alla pari di molte piazze italiane, diventa il luogo privilegiato di socializzazione, interazione e scambio – Hassan ha un obiettivo ben chiaro: rilanciare il suo paese di origine e cancellare gli stereotipi ancora diffusi.


Per far questo si serve di una buona dose di ironia accostando a immagini tipiche, come quella dell’odalisca, simbolo dell’oriente del XIX secolo, gli “accessori” e le icone consumistiche dei nostri giorni, vestendo i suoi modelli con imitazioni di Louis Vuitton, Gucci, Nike e Adidas. Ecco che gli elementi tipici di culture diverse si stringono la mano e si integrano dando vita a un ambiente nuovo e avvolgente. Anche la cornice, composta da lattine, saponette e confezioni di fiammiferi, svolge una sua parte da protagonista, completando a pieno titolo il racconto che si svolge al suo interno.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

La piccola di Russelsheim debutta al Salone di Parigi in una nuova versione che strizza l'occhio al mondo dei Suv. Ha un assetto rialzato di 18 mm e un look fuoristradistico

Le auto dettano tendenze di stile nella società ma chi le disegna si è trovato spesso in difficoltà quando è stato chiamato a vestire una moto. Anche Pininfarina e Giugiaro hanno fatto fiasco

Citigo può contare su di una maggiore interazione con gli smartphone, mentre la compatta Fabia è disponibile nell’allestimento sportivo Monte Carlo. Look da crossover e ricca dotazione di serie per la versione ScoutLine di Fabia Wagon.

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana