Google+

Ha ragione Michele Serra: i giornali che diffondono il video dell’arresto di Galan fanno schifo

luglio 24, 2014 Correttore di bozze

Il Correttore di bozze oggi desidera solo unirsi all’indignazione consegnata alle pagine di Repubblica da un uomo tutto d’un pezzo come Michele Serra. Dalla sua rubrica, la celebre “Amaca” tanto apprezzata dalla gente di un certo livello, egli si scaglia incollerito contro «qualunque telegiornale e qualunque giornale online» poiché tutti questi giornalacci qualunque hanno diffuso senza un minimo di decenza «il breve video di Giancarlo Galan in sedia a rotelle, con gli shorts e la gamba di gesso, pingue e furente, malato e impotente, caricato in ambulanza per essere tradotto in carcere».

Adesso basta, verga con cipiglio il pioniere di tante battaglie civili della sinistra, «è una violazione non piccola della sua dignità personale». È vero che di violazioni «ce ne sono di peggiori», concede Serra, tuttavia «da qualche parte bisognerà pure cominciare, per pronunciare qualche inutile “basta”, qualche impotente dissociazione». E allora comincia lui a dissociarsi da «questo mercato delle vite umane, ghermite da un video (in questo caso un telefonino vigliacco) e vendute come refurtiva sull’immenso bancone dell’informazione mondiale». Quell’informazione cinica, spietata, senza scrupoli, serva e prezzolata (il Correttore di bozze direbbe quasi berlusconiana) che «definisce “un diritto del pubblico” ogni sadica messa in scena della disgrazia umana, ogni gogna, ogni esposizione di vite in brandelli».

Ecco. Perfino il Correttore di bozze, dal fondo della sua inumana bruttura, quando legge Michele Serra scaraventare tutta la sua «riprovazione» su certo guardonismo da strapazzo degli italici «giornali qualunque», si sente a sua volta una personcina un po’ migliore. Per quanto possibile. E anche lui sogna di essere riconosciuto un giorno, al pari di Serra, come «pioniere coraggioso di un sentimento di rispetto che prima o poi prevarrà – se prevarrà la civiltà».

Insomma seguite il consiglio di Serra («girare pagina, cambiare canale, distogliere lo sguardo») quando vedete cosacce obbrobriose come quella incollata qui sotto.

galan-arresto-repubblica-video-h

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

2 Commenti

  1. malta scrive:

    fanno schifo anche i giornali che danno una rubrica a gente come Serra

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La nuova ammiraglia della Stella è lunga 6,5 metri, pesa oltre 5 tonnellate ed è caratterizzata da una blindatura in grado di resistere sia alle armi d’assalto sia agli esplosivi. Adotta da un V12 6.0 biturbo da 530 cv. Il prezzo? 1,4 milioni di euro.

Una sella road da 63 grammi per dimostrare dove la tecnologia può portare ma anche un modello specifico da endurance, che offre comfort e supporto extra, e uno dedicato ai biker più esigenti.

La concept giapponese anticipa il design dei futuri modelli Mitsubishi. È dotata di un powertrain ibrido plug-in con tre motori elettrici. Una soluzione che porta in dote la trazione integrale a gestione elettronica e un’autonomia di 120 km a zero emissioni.

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

La seconda generazione della crossover coreana beneficia di lievi ritocchi estetici e di un moderno sistema d’infotainment. Debutta il 1.6 turbo benzina da 204 cv di derivazione Pro_cee’d 1.6 T-GDi GT.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana