Google+

Ha ragione Michele Serra: i giornali che diffondono il video dell’arresto di Galan fanno schifo

luglio 24, 2014 Correttore di bozze

Il Correttore di bozze oggi desidera solo unirsi all’indignazione consegnata alle pagine di Repubblica da un uomo tutto d’un pezzo come Michele Serra. Dalla sua rubrica, la celebre “Amaca” tanto apprezzata dalla gente di un certo livello, egli si scaglia incollerito contro «qualunque telegiornale e qualunque giornale online» poiché tutti questi giornalacci qualunque hanno diffuso senza un minimo di decenza «il breve video di Giancarlo Galan in sedia a rotelle, con gli shorts e la gamba di gesso, pingue e furente, malato e impotente, caricato in ambulanza per essere tradotto in carcere».

Adesso basta, verga con cipiglio il pioniere di tante battaglie civili della sinistra, «è una violazione non piccola della sua dignità personale». È vero che di violazioni «ce ne sono di peggiori», concede Serra, tuttavia «da qualche parte bisognerà pure cominciare, per pronunciare qualche inutile “basta”, qualche impotente dissociazione». E allora comincia lui a dissociarsi da «questo mercato delle vite umane, ghermite da un video (in questo caso un telefonino vigliacco) e vendute come refurtiva sull’immenso bancone dell’informazione mondiale». Quell’informazione cinica, spietata, senza scrupoli, serva e prezzolata (il Correttore di bozze direbbe quasi berlusconiana) che «definisce “un diritto del pubblico” ogni sadica messa in scena della disgrazia umana, ogni gogna, ogni esposizione di vite in brandelli».

Ecco. Perfino il Correttore di bozze, dal fondo della sua inumana bruttura, quando legge Michele Serra scaraventare tutta la sua «riprovazione» su certo guardonismo da strapazzo degli italici «giornali qualunque», si sente a sua volta una personcina un po’ migliore. Per quanto possibile. E anche lui sogna di essere riconosciuto un giorno, al pari di Serra, come «pioniere coraggioso di un sentimento di rispetto che prima o poi prevarrà – se prevarrà la civiltà».

Insomma seguite il consiglio di Serra («girare pagina, cambiare canale, distogliere lo sguardo») quando vedete cosacce obbrobriose come quella incollata qui sotto.

galan-arresto-repubblica-video-h

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

2 Commenti

  1. malta says:

    fanno schifo anche i giornali che danno una rubrica a gente come Serra

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

SCS, ovvero come ti rivoluziono il concetto di frizione. Anche MV Agusta debutta nel segmento delle trasmissioni “evolute” e lo fa con un sistema leggero e versatile. Sarà questo il futuro del cambio?

L'articolo Prova Mv Agusta Turismo Veloce Lusso SCS <br> addio frizione proviene da RED Live.

Il Biscione di Arese trova da sempre il suo habitat naturale tra i boschi del Nürburgring. È dal 1932 che le Alfa Romeo hanno un feeling particolare con i 20,832 chilometri di saliscendi dell’Inferno Verde tedesco, da quando cioè le Gran Premio Tipo B di Caracciola, Nuvolari e Borzacchini monopolizzarono un podio divenuto nel tempo […]

L'articolo Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio NRING proviene da RED Live.

I circa 21 km della Nordschleife percorsi dalla super SUV ceca in poco più di 9 minuti. Con una veterana dell'Inferno Verde al volante: Sabine Schmitz

L'articolo Skoda Kodiaq RS, la SUV a 7 posti più veloce del Nürburgring proviene da RED Live.

ECCO I MIGLIORI CASCHI DA BAMBINO La legge parla chiaro: fino al raggiungimento dei 5 anni di età, i bambini non possono essere trasportati su un mezzo a due ruote. C’è di più: oltre all’età, la piccola creatura deve avere le caratteristiche fisiche necessarie (deve arrivare con i piedi alle pedane) e soprattutto indossare attrezzatura […]

L'articolo I migliori caschi da bambino proviene da RED Live.

C’è un dato curioso che riguarda la popolazione italiana a due e quattro zampe. Sembra che negli ultimi cinque anni, il numero di bipedi che si accompagna a un quadrupede sia cresciuta del 15%… Se da un punto di vista socio-psicologico, questo dato fotografa una voglia di affetto (spesso anche la scelta di darne e […]

L'articolo Prova Nissan X-Trail Trainer: “Hulk approved” proviene da RED Live.