Google+

Gli oggetti di recupero di Shihique Smith

novembre 8, 2011 Mariapia Bruno

Il nome ancora non ci dice nulla, ma Shinique Smith, artista americana di Baltimora classe 1971, di retrospettive ne ha già accumulate abbastanza. Dopo essere stata ospitata in alcuni dei più importanti musei internazionali, come New Museum e il PS1/MOMA di New York, il Denver Art Museum e la National Portrait Gallery di Washington, approda alla Brand New Gallery di Milano che le dedica, dal 10 novembre al 22 dicembre 2011, la prima personale italiana intitolata To the Ocean of Everyone Else.

 

Osservando le opere della Smith sembra di attraversare un universo urbano estremamente riflessivo, fatto di graffiti, calligrafie giapponesi, oggetti legati da corde, collage tridimensionali di abiti. Ogni oggetto, rinato grazie al riuso e al riciclo, è intriso della storia dell’individuo che lo ha posseduto, dei suoi miti e delle sue memorie personali. Attraverso il colore, le stoffe e il linguaggio articolato che definisce questo composizioni precostituite, l’artista ci spinge ad una riflessione sulla dipendenza dell’uomo moderno dai beni materiali e sugli svantaggi di una economia basata sul consumismo. Ma senza di questa, cosa ci rimarrebbe? Forse soltanto l’irraggiungibile possibilità dell’astrazione. 

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana