Google+

Gli assassini di Ugo Attardi

ottobre 10, 2011 Mariapia Bruno

Riprende il nome del romanzo con cui Ugo Attardi, finalista allo Strega, vinse il Premio Viareggio nel 1971, la mostra dal titolo “Ugo Attardi. L’erede selvaggio. Opere 1944-2001” che la città di Marsala dedica, dal 15 ottobre al 15 gennaio 2012, all’eclettico personaggio in questione. Pittore e cofondatore insieme a Carla Accardi, Pietro Consagra e Antonio Sanfilippo del gruppo Forma 1, scultore, grafico, letterato e giornalista, i dipinti di Attardi invadono il Convento del Carmine raccontandoci la sua vita, dalla nascita ligure alla forte formazione siciliana, dalle prime opere non figurative degli anni Quaranta alle ricerche personali dagli anni Cinquanta in poi.

Splendidi i dipinti monumentali “Crocifissione a Saragozza” (1964-’65) e “Gli assassini”, composizioni che suscitarono un intenso dibattito critico all’epoca della loro esecuzione. Numerosi anche i disegni e le incisioni e una selezione di opere scultoree, tra cui spiccano l’imponente “Cotes o la bellezza dell’Occidente” e “Il ritorno di Cristobal Colon”, arricchiscono la retrospettiva.

I dipinti come “Senza pietà” e “Cardinale e nipote” sono infine le testimonianze piu eloquenti di uno stile unico, una pittura satira di colore, dove la lezione dell’espressionismo del Novecento incontra, tornando indietro nel tempo, l’eredità di pittori come Velasquez, Goya e Tiziano.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana