Google+

Giovanni Serodine, un caravaggesco alla Pinacoteca Züst di Rancate

ottobre 19, 2012 Mariapia Bruno

Paragonato dallo studioso Wilhelm Suida a una luminosa meteora improvvisamente apparsa e troppo presto spentasi, il pittore Giovanni Serodine (Ascona o Roma, 1594/1600 – Roma, 1630), ha brillato troppo poco nella costellazione degli artisti più noti. Forse per uno stile che ha attinto di qua e di là in quel Seicento di grandi menti, forse per la sua breve vita che terminò quando egli aveva poco più di trent’anni. Rivalutato quattro secoli più tardi come uno dei massimi rappresentati del movimento caravaggesco, definito da Roberto Longhi «non soltanto il più forte pittore del Canton Ticino, ma uno dei maggiori di tutto il Seicento italiano» e innalzato al livello di Rembrandt per quel sublime San Pietro in carcere, Serodine si fa avanti alla Pinacoteca Cantonale Giovanni Züst di Rancate (Mendrisio), in quel Canton Ticino che gli diede i natali e che gli dedica fino al 13 gennaio 2013 la mostra Serodine e brezza caravaggesca sulla “Regione dei laghi”.

Protagoniste della retrospettiva opere come la Sacra Famiglia, dove i volti della Madonna di San Giuseppe e del Bambino sono resi con un mirabile luminismo, il Ritratto del padre, dove un uomo anziano, affannato e dignitoso guarda, tralasciando per qualche istante la lettura, lo spettatore, e il Ritratto di ragazzo con fogli disegnati, dove un giovane dall’espressione pensosa tipica dei lavori del Merisi è immortalato tra i suoi bozzetti e guarda con un’aria malinconica e quasi infastidita chi ha interrotto il suo lavoro. Accanto alle opere di Serodine si possono ammirare dipinti di suoi contemporanei, come il Guercino, presente con il Ritratto di vecchio con un libro e Tanzio da Varallo, con la sua Santa Caterina d’Alessandria.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana