Google+

Gabriella Carlucci sognava di andare sulla luna, per ora si accontenta dell’Udc

novembre 7, 2011 Redazione

DALLA LUNA A CASINI. (Gabriella Carlucci, ndr) aveva anche fatto richiesta di andare sulla luna, superando tutti i test attitudinali della Nasa.
Filippo Ceccarelli, la Repubblica

CI PENSA GABRIELLA. Non possono fare tutto Casini, Pisanu o personaggi come Pomicino.
Goffredo De Marchis, la Repubblica

NOI. Vogliamo, almeno noi dei giornali (…), smetterla di prendere per i fondelli gli italiani e dire come stanno le cose?
Piero Ostellino, Corriere della Sera

PAPALE PAPALE. Mauro (Ezio, direttore della Repubblica, ndr) sa bene che le opposizioni non condividono, e tanto meno approverebbero, la lettera Draghi-Trichet che propone soluzioni neoliberali. La sua è solo una manovra di potere.
Piero Ostellino, Corriere della Sera

BENE COMUNE. Ho un dubbio. Che dietro la ragionevole richiesta che il presidente del Consiglio – che ha fallito – se ne vada, ci sia la voglia dei grandi Gattopardi di rimettere le mani sul paese e non far niente.
Piero Ostellino, Corriere della Sera

TO BE CONTINUED. L’epilogo tuttavia non è scritto, e potrebbe rivelarsi più difficile del previsto.
Francesco Bei, la Repubblica

CHI MEGLIO DI UN COMUNISTA MA ANCHE NO? L’Italia, questo paese meraviglioso e sfortunato, ha bisogno di ritorvarsi e di colmare i buchi neri della sua storia recente.
Walter Veltroni, Corriere della Sera

ARGH! Radiografie pasoliniane.
Occhiello al commento di Walter Veltroni, Corriere della Sera

MAMMINA. Dopo secoli di idealizzazione della maternità è ora in corso il suo ridiminensionamento.
Sivlia Vegetti Finzi, Corriere della Sera

EXCUSATIO DELLA SERA. (Marta Vincenzi, sindaco di Genova, ndr) decideva sempre da sola, e poi, eventualmente avvisava il partito. Ha sempre fatto di testa sua.
Marco Imarisio, Corriere della Sera

COSE D’ALTRI TEMPI. Con Berlusconi (Sandra Milo, ndr) si fidanzerebbe subito. «Finalmente uno a cui piacciono le donne. In questo mondo di gay, lui almeno è una certezza».
Sandra Milo intervistata da Vanity Fair e rilanciata dal Foglio del lunedì

CICLI. Pisapia si allontana, preferisce non dire una parola,ma sul sagrato lo avvicinano alcune mamme. «Sindaco ricordati le ciclabili». La replica è immediata: «Chiedete a chi non le ha fatte prima». Controreplica. Con stupore e rabbia. «Ma che risposta è?».
Andrea Galli e Cesare Giuzzi, Corriere della Sera Milano

ALDO DIVERSAMENTE SNELLO. Quante volte a scuola mi hanno preso in giro per il cognome e oggi Bartezzaghi dice che «come nome comune grasso si può usare solo parlando di alimenti, capelli, unguenti, piante, vacche, martedì. Le persone non sono né grasse né magre».
Aldo Grasso sul Galateo di comunicazione di Stefano Bartezzaghi, Corriere della Sera

MAMMA QUANTO SONO SCOMODO. È facile pensare che il Potere non la ami… «No, non mi ama, ma neanch’io amo il potere».
Maria Pia Fusco intervista Alex Gibney, regista che «lavora a progetti scomodi», dai documentari sul Vaticano a quelli su Wikileaks, la Repubblica

PREMIO CHISSENEFREGA. Quando ero ancora bambino ma non più da andare a letto subito dopo il Carosello, appena leggevo sul radiocorriere che c’erano un film o uno sceneggiato «che facevano paura», non vedevo l’ora di mettermi davanti alla tv.
Carlo Lucarelli, Corriere della Sera
 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

La seconda generazione della crossover coreana beneficia di lievi ritocchi estetici e di un moderno sistema d’infotainment. Debutta il 1.6 turbo benzina da 204 cv di derivazione Pro_cee’d 1.6 T-GDi GT.

Look pistaiolo e dotazione particolarmente ricca per l'ultima versione della supercar nipponica, che entra in listino a 118.900 euro. Le consegne inizieranno a novembre

La concept nipponica anticipa una SUV a tre porte dal design aggressivo, ispirata concettualmente alla prima generazione a passo corto della Toyota Rav4. A soluzioni avveniristiche in abitacolo si affianca un powertrain ibrido.

Al Mondial de l'Automobile debutta la nuova Suzuki Ignis 2017. È una specie di mini Suv che sfida a viso aperto la Fiat Panda 4x4. Arriverà all'inizio del prossimo anno

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana