Google+

Fumetto – La voce di Mina scalda le più belle storie Disney

dicembre 10, 2013 Amedeo Badini

Per l’occasione natalizia il classico appuntamento settimanale con il fumetto propone una sorprendente e inedita commistione tra musica e nuvolette. Esce infatti il Christmas Song Book di Mina, avvolgente raccolta di classiche e meno note canzoni natalizie cantate dalla possente e vigorosa voce della tigre di Cremona. E la cantante ha deciso di affidare copertina e immagini per il libretto del cd al talento grafico di Giorgio Cavazzano, grandissimo autore veneto. Inoltre, ed è questo di cui tratteremo, è stata fatta anche una versione con libro cartonato di grande formato, in cui non solo compaiono le note storiche per le 12 canzoni e le tavole cavazzaniane con la banda dei paperi, ma anche 5 storie a fumetti che spaziano dal 1947 fino al 2007. La selezione natalizia di storie disney è piuttosto buona, di alta qualità, benchè si tratti di storie molto note e facilmente rintracciabili. Il volume si apre con la classica parodia di Canto di Natale, in cui lo storico sceneggiatore Guido Martina (autore poliedrico e che ha indicato le caratteristiche del disney italiano) rende omaggio al racconto dickensiano con assoluta fedeltà, per testimoniare la grandezza del racconto originale. Paperone è ovviamente Scrooge, Rockerduck un inedito Marley, mentre Paperino e Paperina interpretano il parentado. Significativa, per il resto la presenza di canidi (ovvero uomini con il naso nero da cane) per i personaggi iconici, ovvero i fantasmi dei natali passati, presenti e futuri, e Bob Cratchit.

Scritto e disegnato dal grande autore Carl Barks, in un Natale sul Monte Orso leggiamo per la prima volta di Paperone. E’ proprio questa la storia in cui lo straordinario narratore americano da i natali al personaggio del burbero e ricco zio di Paperino, dandogli il nome del personaggio dickensiano e raccontandone alcune spumeggianti avventure in 20 tavole piene di equivoci e umorismo. Il protagonista, che doveva essere usato solo in quell’occasione, avrà, però, una vita molto più lunga: infatti, 60 anni dopo, la coppia Tito Faraci-Giorgio Cavazzano festeggia il papero più ricco del mondo con un altro Natale sul Monte Orso. Un ritorno alle origini, un pregevole esempio di what if, per riflettere su come sia cambiato il carattere di Paperone, da spietato anziano a vivace e più umano tycoon capace di condividere i sentimenti con i suoi parenti fannulloni, in primis Paperino. Faraci conosce bene i personaggi e riflette bene sulle loro psicologie, mostrandone i lati più nascosti e dunque più veri. In maniera simile un Papero in Rosso mostra un Paperone umano e spietato al tempo stesso, capace di scagliarsi con forza contro Babbo Natale, di cui vengono rilevate in fondo tutte le debolezze a livello industriale e manageriale: sul terreno degli affari è, infatti, difficile farla franca con Paperone. Con i testi di Faraci, in coppia con Francesco Artibani, e i disegni di un abile Mottura, la storia è una frenetica e spassosa commedia, in cui il ricco Papero è costretto a sostituire Babbo Natale nel suo lavoro. La scena del processo risulta poi assolutamente geniale. Buoni sentimenti, gags e azione, sempre nella cornice natalizia congeniale fin da sempre al papero dal cuore d’oro.

Infine, una riflessione non banale sul Natale, ironicamente visto come festa commerciale e non più come lieto ritrovo in famiglia, ci viene rivelata nel Natale Chiacchierato insieme a Filo Sganga e Brigitta, due personaggi che riflettono bene la realtà. Una raccolta di belle storie, in cui Paperone fa sicuramente la parte del leone, esprimendo tutta la sua sfaccettata personalità. Un libro di pregio, ben editato, in cui è stata erroneamente utilizzata una versione sbagliata della storia di Barks (come viene mostrata nella gallery), in cui furono fatti pesanti rimaneggiamenti ai dialoghi e tradimenti alla traduzione. Fortunatamente, i disegni di Cavazzano riscattano la bellezza del racconto, e l’armoniosa voce di Mina accompagna questa buona lettura, binomio perfetto da regalare (e regalarsi) per Natale.

 

Mina Christmas Song Book, libro + CD 29,99€, in tutte le librerie e negozi musicali

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana