Google+

Fotografia – Statue, templi ed eroi del Mediterraneo negli scatti di Jodice

agosto 28, 2014 Mariapia Bruno

31-PALMIRA-Tetrapilo-70x70-630x320Mimmo Jodice (Napoli, 1934) è il fotografo che fa rivivere le civiltà che hanno attraversato la nostra penisola. Il suo contemporaneo salto nella storia si concretizza nel far rivivere – qui e adesso – statue, templi, eroi e miti. Il passato, incancellabile, è inglobato nel nostro presente, che da esso trae forza e fascino. Stimolo creativo del fotografo è la sua città natale, il capoluogo campano dove ha sempre respirato l’odore del mare e dell’antico, dei ruderi e delle pietre romane del centro storico in cui è nato. Ma il passato brillante di Napoli è minato da avvenimenti meno lieti, come il terremoto, la diffusione del colera e il disagio sociale; tematiche su cui Jodice si sofferma negli anni Settanta.

I suoi scatti li possiamo ammirare dal prossimo 12 settembre al Foro Boario di Modena, città che lo ha già ospitato, e che adesso gli dedica la retrospettiva intitolata Mimmo Jodice. Arcipelago del mondo antico. Aperta fino all’11 gennaio 2015, la mostra racconta il Mediterraneo tanto amato e indagato da Jodice negli ultimi trent’anni.<<La ricerca del fotografo – il curatore Filippo Maggia – diviene sempre meno celebrativa e più selettiva nella definizione dei soggetti, siano essi frammenti, statue, architetture o paesaggi. Questo lungo lavoro, portato avanti ininterrottamente dall’artista da più di 30 anni, ricalca unmodus operandi che assomma tutte le esperienze precedenti e sottolinea, come un valore aggiunto, il lavoro contemporaneo, anticipandone gli esiti formali e i contenuti>>.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La nuova ammiraglia della Stella è lunga 6,5 metri, pesa oltre 5 tonnellate ed è caratterizzata da una blindatura in grado di resistere sia alle armi d’assalto sia agli esplosivi. Adotta da un V12 6.0 biturbo da 530 cv. Il prezzo? 1,4 milioni di euro.

Una sella road da 63 grammi per dimostrare dove la tecnologia può portare ma anche un modello specifico da endurance, che offre comfort e supporto extra, e uno dedicato ai biker più esigenti.

La concept giapponese anticipa il design dei futuri modelli Mitsubishi. È dotata di un powertrain ibrido plug-in con tre motori elettrici. Una soluzione che porta in dote la trazione integrale a gestione elettronica e un’autonomia di 120 km a zero emissioni.

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

La seconda generazione della crossover coreana beneficia di lievi ritocchi estetici e di un moderno sistema d’infotainment. Debutta il 1.6 turbo benzina da 204 cv di derivazione Pro_cee’d 1.6 T-GDi GT.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana