Google+

Fotografia – Nemmeno la nebbia fa di Milano una città grigia e fredda

gennaio 23, 2014 Mariapia Bruno

Come si può ancora storcere il naso quando si parla di Milano? Perchè la capitale del design, dell’arte, della moda, dell’economia, del business, dell’editoria, prossima ad accogliere quell’evento di portata internazionale che è l’EXPO 2015, deve ancora essere etichettata come fredda e grigia? Bisognerebbe imparare a memoria le parole con cui Raffaella Rietmann e Michele Tranquillini la descrivono nel libro Un giorno a Milano: <<Non è vero che sono brutta. Non è vero che sopra di me c’è sempre la nebbia. Non è vero che sono fredda e penso solo ai soldi. [..] Per chi mi avete preso? Io sono Milano. E sono una bella signora>>. Una bella signora che da sempre accoglie migliaia di persone, sotto l’ala protettiva di quella “Madunina” che dall’alto del Duomo ha visto cambiamenti e trasformazioni che hanno reso la capitale meneghina forse la più europea delle città italiane. Ma come era Milano cent’anni fa, agli inizi di quel secolo che ancora ci appartiene ma che ha visto i cambiamenti più radicali?

Ce lo raccontano gli scatti di Arnaldo Chierichetti (1887 – 1975), uno dei primi fotoreporter milanesi che con la sua macchina fotografica ha immortalato la vita quotidiana e i mutamenti del capoluogo lombardo. Esposte fino al prossimo 13 febbraio presso il settecentesco Palazzo Morando, all’interno della retrospettiva intitolata Milano tra le due guerre. Alla scoperta della città dei Navigli attraverso le fotografie di Arnaldo Chierichetti, sono 140 le immagini in bianco e nero del fotografo, famoso già all’epoca per il suo negozio di ottica in Porta Romana, che hanno fissato per sempre, nelle nostre spesso malinconiche memorie, quegli scorci e quelle eleganti architetture, dalla darsena di Corso Ticinese, a Zara, a Corso Italia. Alcune sono sopravvissute, altre sono state inesorabilmente cancellate.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

I nuovi Michelin Road 5 alzano l’asticella: c’è più grip sul bagnato rispetto ai Pilot Road 4 e il degrado delle prestazioni è più costante

L'articolo Michelin Road 5, turistiche (non) per caso proviene da RED Live.

Nata dalla collaborazione tra Lapo Elkann e Horacio Pagani, la Pagani Huayra Lampo è una speciale one-off che s’ispira alla mitica Fiat Turbina

L'articolo Huayra Lampo, la Pagani di Lapo proviene da RED Live.

Una M5 è già di per sé abbastanza esclusiva e performante? Non tutti la pensano in questo modo. Tanto che la BMW ha presentato i nuovi accessori della linea M Performance dedicati alla berlina sportiva della Motorsport. Un’anteprima affiancata dall’unveiling della M3 30 Years American Edition. Una versione speciale allestita per celebrare i 30 anni […]

L'articolo BMW M5 M Performance: fibre preziose proviene da RED Live.

I nuovi Kymco People S 125 e 150 2018 si rifanno nel look e sfruttano motori di ultima generazione. Piccole novità anche nella ciclistica, aggiornata e ora più rigida.

L'articolo Kymco People S 125 e 150 2018 proviene da RED Live.

PROLOGO Cento anni fa, era il 4 novembre 1917, nella fase più cruenta del grande conflitto mondiale, prese il via la 13ª edizione del Giro di Lombardia. Incredibile come solo undici giorni dopo la tragica battaglia di Caporetto (24 ottobre), che ci costò 12.000 morti, 30.000 feriti e oltre 260.000 prigionieri, la Gazzetta dello Sport […]

L'articolo Giro di Lombardia, 100 anni dopo proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download