Google+

Fotografia – Guardare ancora Steve McCurry per capire meglio la sua anima

ottobre 29, 2014 Mariapia Bruno
Steve McCurry che parla con un uomo della tribù Surma, Omo Valley, Ethiopia, 2012

Steve McCurry che parla con un uomo della tribù Surma, Omo Valley, Ethiopia, 2012

Da quando, nel 2009, i suoi scatti sono stati ospitati al Palazzo della Ragione di Milano, ogni rassegna italiana dedicata a Steve McCurry ha fatto il pienone. Una volta testato che la sua bravura va ben al di là di quel riuscitissimo primo piano della ragazza afgana con occhi verdi, del fotografo si apprezzano sia i ritratti, che i paesaggi urbani, che gli scatti agresti, come abbiamo potuto ammirare qualche mese fa a Perugia, in occasione della mostra Sensational Umbria di cui abbiamo già parlato. La carriera di Steve continua a galoppare alla grande, e in questi ultimi anni la sua produzione, rimpolpata da incarichi prestigiosi (come il calendario Pirelli 2013 e il progetto The last roll realizzato con l’ultimo rullino prodotto da Kodak), si è infittita e ispessita con lavori molto impegnativi realizzati viaggiando in quei luoghi del mondo che tanto lo attraggono: dall’India alla Birmania, dall’Afghanistan alla Cambogia, dal Giappone all’Italia, dal Brasile all’Africa.

Operai su una locomotiva a vapore, India, 1983

Operai su una locomotiva a vapore, India, 1983

E oggi è di nuovo ospite della Lombardia, che presso la Villa Reale di Monza gli dedica, fino al 6 aprile 2015, la mostra Steve McCurry. Oltre lo sguardo. La retrospettiva, composta di opere recenti e di qualche pezzo forte, vuole raccontare il percorso artistico e di vita dell’artista cercando di creare un filo conduttore che leghi la pienezza delle immagini fotografiche alla ricchezza storica della sede ospitante. E se forse l’attenzione per questo fotografo vi sembra eccessiva e vi chiedete perché rivederlo con questa frequenza, la risposta ve la dà lui stesso:<<Se aspetti abbastanza, le persone dimenticano la macchina fotografica e la loro anima comincia a librarsi verso di te>>.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana