Google+

Fotografia – Festeggiare l’8 marzo? Sì, ma aiutando le donne che aspettano un riscatto umano e sociale

febbraio 25, 2015 Mariapia Bruno

DSC_0810<<Ma esiste davvero una giornata dedicata alla donna, una festa addirittura?>> chiedono basite le donne kenyote allo scrittore ligure emigrato a Malindi, Freddie Del Curatolo. E questa domanda ci dovrebbe far riflettere tutte sul significato di questa giornata che si appresta a venire. Dai social ai siti di intrattenimento, alle pagine dei quotidiani online più o meno “seri”, ci sono consigli su come prepararsi all’evento: cena riservata a sole donne, dopo cena danzereccio con aitanti intrattenitori svestiti. Un programma che da far vergognare chiunque abbia un minimo di sensibilità e di cervello. Ma per fortuna non tutte le signore che apprezzano la giornata delle mimose si lasciano coinvolgere  e minare l’agenda di appuntamenti trash.

DSC_0446Se vi trovate a Milano, Karibuni, Onlus lombarda che da oltre dieci anni costruisce e gestisce scuole e ospedali, assiste centinaia di ragazze per offrire loro opportunità concrete di studio e di riscatto sociale, organizza una mostra fotografica e un aperitivo benefico presso il Tibi Bistrot, in via San Fermo 1. La retrospettiva si intitola Le ragazze fanno grandi sogni, e sarà visibile dalle 17 alle 24 dell’8 marzo. Tutto il ricavato verrà destinato a progetti dedicati alle donne in difficoltà. “<<Donne senza diritti, ma con molti doveri, svolgono tutte le attività dei campi e provvedono all’educazione dei figli, senza aprire bocca, senza poter neppure suggerire come migliorare una situazione ancor oggi drammatica dal punto di vista sanitario e dell’istruzione>> – spiega Marco Marini, uno dei soci Karibuni – <<Di qui la mission di Karibuni che, dopo aver costruito scuole e ospedali, sposta l’attenzione al mondo delle donne. Gli obiettivi sono ben individuati e concreti: ad oggi abbiamo realizzato un laboratorio tessile per donne cieche e albine e ci occupiamo della riabilitazione delle carcerate di Malindi. Siamo pronti a partire con un nuovo centro di accoglienza per le donne Masai che scappano all’infibulazione e un progetto di microcredito per togliere le donne dai campi e per dare loro nuove prospettive>>. Magari ci fossero più realtà come questa.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana