Google+

Fotografia – A Roma e ad Aosta gli scatti firmati da Scianna e Barbieri

giugno 11, 2014 Mariapia Bruno
unnamed

Ferdinando Scianna, Venerdì Santo, Enna 1963 – Courtesy of Artistocratic

<<È il suo fotografare, quasi una rapida, fulminea organizzazione della realtà, una catalizzazione della realtà oggettiva in realtà fotografica: quasi che tutto quello su cui il suo occhio si posa e il suo obiettivo si leva obbedisce proprio in quel momento, né prima né dopo, per istantaneo magnetismo, al suo sentimento, alla sua volontà e – in definitiva – al suo stile>>. Sono queste le parole con cui Leonardo Sciascia descriveva il modus operandi di quello che probabilmente è il più famoso fotografo siciliano, Ferdinando Scianna. Narratore di luoghi e culture – dalla Sicilia che gli ha dato i natali alle grandi metropoli americane, come New York e Los Angeles, alle mete più lontane, come Benares e Osaka – il fotografo italiano è sempre ben valorizzato nel suo paese che gli dedica spesso diverse retrospettive, come quella attualmente ospitata presso Palazzo Taverna a Roma. Dal titolo Sicilia Mondo la mostra, organizzata dalla galleria Artistocratic e da Emmeotto Living Gallery ed aperta fino al prossimo 18 luglio, presenta gli scatti che meglio raccontano la sicilianità dell’isola: la sua bellezza carnale, le sue tradizioni, le processioni miracolose e le sue contraddizioni.

Gian Paolo Barbieri, Audrey Hepburn per Valentino, Vogue Italia, Roma 1969E’ un racconto sottolineato da quell’impronta da fotoreporter che riesce sempre a catturare l’unicità di un istante, anche quando questo può sembrare meno naturale, come nel caso degli scatti per la campagna pubblicitaria di Dolce e Gabbana degli anni ’80. Vinto il senso di colpa per aver “messo in posa il mondo”, come diceva Henri Cartier-Bresson, Scianna rivoluzione la fotografia di moda, mettendo la modella nel contesto della vita. E a proposito di moda, il Centro Saint-Bénin di Aosta ospita, fino al 2 novembre, una retrospettiva dedicata a Gian Paolo Barbieri, uno dei fotografi italiani di moda più noti a livello internazionale. Dal titolo Gian Paolo Barbieri. La seduzione della moda, la rassegna presenta 58 fotografie di grande formato, che raccontano la storia della moda dagli anni Sessanta fino ai primi anni Duemila vista attraverso gli occhi dell’artista, dalle campagne pubblicitarie per le grandi case come Valentino, Armani, Ferré e Versace, alle copertine della bibbia della moda, il mensile Vogue.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

I nuovi Michelin Road 5 alzano l’asticella: c’è più grip sul bagnato rispetto ai Pilot Road 4 e il degrado delle prestazioni è più costante

L'articolo Michelin Road 5, turistiche (non) per caso proviene da RED Live.

Nata dalla collaborazione tra Lapo Elkann e Horacio Pagani, la Pagani Huayra Lampo è una speciale one-off che s’ispira alla mitica Fiat Turbina

L'articolo Huayra Lampo, la Pagani di Lapo proviene da RED Live.

Una M5 è già di per sé abbastanza esclusiva e performante? Non tutti la pensano in questo modo. Tanto che la BMW ha presentato i nuovi accessori della linea M Performance dedicati alla berlina sportiva della Motorsport. Un’anteprima affiancata dall’unveiling della M3 30 Years American Edition. Una versione speciale allestita per celebrare i 30 anni […]

L'articolo BMW M5 M Performance: fibre preziose proviene da RED Live.

I nuovi Kymco People S 125 e 150 2018 si rifanno nel look e sfruttano motori di ultima generazione. Piccole novità anche nella ciclistica, aggiornata e ora più rigida.

L'articolo Kymco People S 125 e 150 2018 proviene da RED Live.

PROLOGO Cento anni fa, era il 4 novembre 1917, nella fase più cruenta del grande conflitto mondiale, prese il via la 13ª edizione del Giro di Lombardia. Incredibile come solo undici giorni dopo la tragica battaglia di Caporetto (24 ottobre), che ci costò 12.000 morti, 30.000 feriti e oltre 260.000 prigionieri, la Gazzetta dello Sport […]

L'articolo Giro di Lombardia, 100 anni dopo proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download