Google+

Fabrizio de Andrè, il Faber torna a Milano

marzo 3, 2011 Mariapia Bruno

Ritorna “Fabrizio de André” con le sue canzoni, i suoi personaggi tra realtà e fantasia, il suo essere controcorrente, le sue battaglie vinte e perse e la sua “poetica” che ha fatto scuola, che ha anticipato e interpretato tutte quelle pulsioni e quelle trasformazioni sociali della contemporaneità.

E ritorna all’interno di una retrospettiva decisamente suggestiva che attraverso cimeli visivi e musicali fa rivivere il mito di questo originale cantastorie che «plasma il suo linguaggio per entrare nell’anima delle cose, con un anarchico sentimento che si riverbera nelle parole e nelle ispirazioni musicali dei suoi testi, manifesti contro l’arroganza e l’abuso dei poteri» (come ha sottolineato l’assessore alla cultura del Comune di Milano Massimiliano Finazzer Flory).

Marinella, Bocca di rosa, Carlo Martello, Geordie, e tutti gli altri personaggi creati dal Faber, quegli uomini incompresi, quelle vittime ai margini della società, rivivono insieme a lui in questo percoso emozionale come se fossero anche loro dei miti che vengono riscattati dai “versi” del loro cantore. Sono favole, favole nere contemporanee quelle che ci racconta de André, storie nate tra i vicoli di una Genova tanto amata quanto criticata come troppo imborghesita (lo stesso Fabrizio ce ne parla in questi termini: «Quando durante la guerra ero sfollato in Piemonte, Genova per me era un mito. A cinque anni la vidi per la prima volta e me ne innamorai subito, tremendamente. Genova per me è come una madre. E’ dove ho imparato a vivere»), racconti di immigrati, diseredati e lucciole che con i loro vissuti drammatici e le loro anime forti riescono sempre a lasciare un segno.

L’amore, le donne, gli ultimi, l’anarchia, la libertà, la guerra, la morte, la vita; sono questi i temi conduttori della mostra, temi che il visitatore potrà approfondire grazie alle nuove tecnologie multimediali e interattive che gli consentiranno di creare un proprio percorso di visita per (ri)scoprire le molteplici caratteristiche dell’universo di de André, tra i mille papaveri rossi di Piero, sul London Bridge di Geordie, con la primavera di Bocca di rosa e la solitudine del Pescatore, con i gendarmi e gli assassini, i fiori che sbocciano e che appassiscono in fretta.

La mostra si conclude con una proiezione non-stop di video di interviste, apparizioni televisive, testimonianze di chi gli è stato vicino e concerti, della durata di quattro ore che ripercorrono tutta la vita del cantautore. Vengono, inoltre, privilegiati i contributi inediti e quelli ancora poco conosciuti, alcuni dei quali sono stati inseriti in versione integrale per la prima volta.

“Fabrizio de Andrè” sarà in mostra presso la Rotonda di via Besana dall’11 marzo al 15 maggio.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.