Google+

Eni, Finmeccanica, Ilva, Formigoni, Rizzoli, Cellino. Comunque, tranquilli. Non è giustizia a orologeria

febbraio 15, 2013 Correttore di bozze

NOOO, È GALBUSERA
Forse il Consiglio superiore della Magistratura dovrebbe disporre un’indagine statistica per accertare se questa storia della giustizia a orologeria è vera o no.
Antonio PolitoCorriere della Sera

GIUSTIZIA A OROLOGERIA CASUALE
Sembra piuttosto di assistere a un vero e proprio caos organizzato, all’incrociarsi casuale ma micidiale delle tre debolezze del sistema-Italia: una corruzione dilagante, una politica declinante, una giustizia debordante.
Antonio PolitoCorriere della Sera

CORROTTI, OCCHIO A NON CONFONDERE I PM
La corruzione è così dilagante che talvolta rischiamo di perseguire come tale anche ciò che altrove è considerato solo lobbismo, dandoci ulteriormente la zappa sui piedi.
Antonio PolitoCorriere della Sera

PM, NON FATE I GANASSA
I nostri magistrati dovrebbero seguire il criterio dell’applicazione «ragionevole» della norma, suggerito più volte dalla Consulta.
Antonio PolitoCorriere della Sera

UNIVERSALE PREVENTIVO
La politica declinante è invece lo sfondo di questo giudizio universale.
Antonio PolitoCorriere della Sera

LA PARTE DEL LEONE
Un regime politico al tramonto è la riserva di caccia ideale per gli inquirenti, perché le loro prede perdono protezione e spesso anche lucidità.
Antonio PolitoCorriere della Sera

PRECEDENTI INQUIETANTI
Quel che oggi accade a Finmeccanica, il cui capo azienda è stato arrestato, allora toccò all’Eni con i quattro mesi di carcerazione preventiva per Gabriele Cagliari, finiti con un tragico suicidio.
Antonio PolitoCorriere della Sera

MA CERTO, TUTTA COLPA DELLA LEGA
Allora (all’epoca del caso Cagliari, ndr) fu l’emergere della Lega a consentire ai magistrati di attaccare un feudo del potere socialista (l’Eni, ndr).
Antonio PolitoCorriere della Sera

UNA VAGA SENSAZIONE
È difficile non chiedersi perché per inchieste che duravano da mesi (Finmeccanica e Monte Paschi), o per personaggi noti come Massimo Cellino e Angelo Rizzoli, si sia resa improvvisamente indispensabile la privazione della libertà personale. L’impressione è che la lentezza del sistema giudiziario stia convincendo più di un magistrato che l’unica condanna ottenibile sia quella dell’opinione pubblica, e che il mandato di cattura venga talvolta usato come una sentenza.
Antonio PolitoCorriere della Sera

GLIELO DICI TU, AL FERRUCCIO?
A questo si aggiunge un sistema mediatico che sempre meno fa differenza tra sospetti e prove, un pubblico eccitabile che chiede giustizieri invece che giustizia, e uno star system che sempre più proietta le toghe celebri in politica.
Antonio PolitoCorriere della Sera

PROSPETTIVE RASSICURANTI
Per lo scandalo Monte dei Paschi, il più grave della storia repubblicana, ci saranno altri arresti non solo a sinistra, sta venendo giù tutto un sistema. E bisogna mettere sotto inchiesta i vertici del Pd dal ’95 a oggi, tutti.
Beppe Grillola Repubblica

GIUSTIZIA A OROLOGERIA, GIUSTIZIA A OROLOGERIA, GIUSTIZIA A OROLOGERIA, GIUSTIZIA A OROLOGERIA, GIUSTIZIA A OROLOGERIA, ECC.
Se leggo ancora una volta la frase “Giustizia a orologeria”, giuro che mi acceco con le mie stesse mani, mi pianto due baionette nei bulbi oculari.
Lidia Raverail Fatto quotidiano

QUESTO ALMENO FINCHÉ NON AVRÀ UN PROCESSO
Formigoni, per tutta la durata del suo mandato si è ingozzato a scrocco nei ristoranti di lusso, ha distribuito mazzette e si è svagato a spese dei suoi faccendieri parassiti.
Lidia Raverail Fatto quotidiano

(GUARGUAGLINI È STATO PROSCIOLTO)
L’amministratore delegato di Finmeccanica Orsi viene arrestato per corruzione internazionale, anche il suo predecessore Guarguaglini è stato perseguito per lo stesso motivo. Giustizia a orologeria!, tuonano i referenti politici delle varie bande bassotti beccate a delinquere.
Lidia Raverail Fatto quotidiano

UN SOSPETTO INSPIEGABILE
Se l’“indipendente” (candidato da un partito, ndr) è un magistrato cambia tutto. Non si ragiona, si sospetta. Non si accerta, si sa: il giudice non ha esercitato in maniera efficiente e imparziale la sua professione; l’ha strumentalizzata; peggio, ha sfruttato la notorietà acquisita con il suo lavoro per continuare la lotta contro il partito avversario.
Bruno Tinti, ex magistrato, tenta un’apologia dei vari Di Pietro Ingroiail Fatto quotidiano

ESATTO
Se poi si candida in maniera autonoma, se crea un suo partito, diventa un demone: vogliamo forse il partito dei giudici.
Bruno Tinti, ex magistrato, tenta un’apologia dei vari Di Pietro Ingroiail Fatto quotidiano

A MENO CHE, PER ANNI, NON ABBIA FATTO SOLO INCHIESTE POLITICHE
Di un qualsiasi professionista che si sia fatto conoscere per la sua competenza nessuno penserebbe che, per anni, ha solo cercato di “sfondare” in politica.
Bruno Tinti, ex magistrato, tenta un’apologia dei vari Di Pietro Ingroiail Fatto quotidiano

UN GOLPETTINO CI STAREBBE
Non sarebbe bene che i codici fossero riformati da chi, per anni, ha combattuto contro le loro inefficienze? E lo stesso si può dire della legislazione antimafia, dell’edilizia carceraria, dell’informatica giudiziaria.
Bruno Tinti, ex magistrato, tenta un’apologia dei vari Di Pietro Ingroiail Fatto quotidiano

IL RITRATTO DI TONINO DI PIETRO
I magistrati portano con sé caratteristiche che gli altri politici non hanno e con cui trovano difficile confrontarsi: il rispetto della legalità che, in un mondo fondato sul malaffare, basta per volerli lontani; e l’abitudine all’imparzialità, il rifiuto del pregiudizio.
Bruno Tinti, ex magistrato, tenta un’apologia dei vari Di Pietro Ingroiail Fatto quotidiano

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

2 Commenti

  1. Alcofibras scrive:

    no, sono solo delinquenti comuni

  2. Alcofibras scrive:

    il corruttore di bazze sviolina Polito el Drito (uno che non legge neppure le pagine di cronaca del giornale su cui scrive di argomenti che ignora) e berteggia Bruno Tinti (uno il cui mignolo vale quanto tutti i cervelli che scrivono su Tempi)

    mala tempora!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Estrema tanto nell’aspetto quanto nella meccanica, la concept coreana anticipa la prima sportiva affidata al reparto Hyundai N. Adotta un 2.0 turbo benzina da 380 cv abbinato a un cambio a doppia frizione e alla trazione integrale.

La seconda generazione della SUV tedesca cresce nelle dimensioni e adotta soluzioni hi-tech in ambito sia multimediale sia di sicurezza. Mediamente più leggera di 90 kg, può contare su motori turbo benzina e diesel con potenze da 150 a 286 cv.

La seconda generazione della berlina ibrida plug-in nipponica percorre 100 km con un litro di benzina e sino a 50 km in modalità elettrica complice la ricarica solare al tetto. Confermato il powertrain ibrido da 122 cv. La batteria si ricarica in poco più di 3 ore.

Il design richiama elementi cari sia alle sportive BMW sia alle vetture maggiormente votate all’off road. La concept bavarese anticipa una nuova SUV coupé derivata da X1 che entrerà in produzione nel corso del 2017.

Ecco le nostre proposte per un fine settimana a pedali, a motore ma non solo. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana