Google+

Dove mangiare in autostrada? Dramma risolto a colpi di culatello, ravioli, gran bolliti e lambrusco

dicembre 7, 2014 Tommaso Farina

hostaria-terre-verdiane-fidenza-tommaso-farina-1Il dramma di chi viaggia in autostrada è dove mangiare. Non sempre si ha tempo di uscire e cercarsi un buon ristorante, e così ci si deve affidare ai self service delle stazioni di servizio: pratici, ma di certo non il massimo per chi cerca qualcosa di interessante gastronomicamente.

Se passate dalle parti di Parma, la soluzione c’è. Uscite dalla A1 a Fidenza-Salsomaggiore, e a circa 200 metri dal casello, in una costruzione adibita a centro business, troverete Parmamenù. Si tratta di un eccellente negozio di gastronomia che a pranzo e cena si “metamorfosa” nell’Hostaria Terre Verdiane. Un posto carino ove gustare le specialità della casa: salumi emiliani e pasta realizzata in proprio.

L’ambiente è quello del moderno negozio, molto allegro, con tavoli apparecchiati a tovagliette, bicchieri e anche scodelle di ceramica per bere il Lambrusco. In cantina, una cinquantina di bottiglie, tutte degustabili anche a calice: perfetto se dovete guidare e siete soli.

Da mangiare? Una carta ampia, coi suggerimenti del giorno e i piatti diciamo “fissi”. Molti salumi per partire: prosciutto di Parma Devodier 30 mesi; Culaccia; gran tagliere parmense e piacentino; Culatello. Il tutto, addizionabile con lo gnocco fritto. Oppure, degustazione di Parmigiani di varia stagionatura.

Di primo, l’eccellente pasta della casa: i grandi ravioli di ricotta e spinaci sono eccelsi, ma non demeritano nemmeno quelli col ripieno di spalla cotta, nonché gli anolini parmensi ripieni di Parmigiano o Culatello. Li potete anche acquistare nel negozio, per mangiarli a casa. Se no, risotto al Culatello; tagliatelle con carbonara di Culatello (un po’ pannose); gnocchi di ricotta fresca.

hostaria-terre-verdiane-fidenza-tommaso-farina-2Di secondo, il gran bollito in cinque pezzi, con le ottime salse fatte in casa; il cotechino e la mariola (gran salame, in questo caso cotto) con le lenticchie; il filetto di maiale alla senape; la spalla calda di San Secondo; l’hamburger di strolghino.

Chiusa con salame di cioccolato e semifreddo al torroncino. Spesa sui 40 euro con quattro portate, di meno se vi limitate a un bel tagliere.

Per informazioni
Hostaria Terre Verdiane presso Parmamenù
Località San Michele in Campagna
via Chiusa Ferranda, 36 – Fidenza (Parma)
Sempre aperto

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La concept giapponese anticipa il design dei futuri modelli Mitsubishi. È dotata di un powertrain ibrido plug-in con tre motori elettrici. Una soluzione che porta in dote la trazione integrale a gestione elettronica e un’autonomia di 120 km a zero emissioni.

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

La seconda generazione della crossover coreana beneficia di lievi ritocchi estetici e di un moderno sistema d’infotainment. Debutta il 1.6 turbo benzina da 204 cv di derivazione Pro_cee’d 1.6 T-GDi GT.

Look pistaiolo e dotazione particolarmente ricca per l'ultima versione della supercar nipponica, che entra in listino a 118.900 euro. Le consegne inizieranno a novembre

La concept nipponica anticipa una SUV a tre porte dal design aggressivo, ispirata concettualmente alla prima generazione a passo corto della Toyota Rav4. A soluzioni avveniristiche in abitacolo si affianca un powertrain ibrido.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana